12:00

Acquisto auto per disabili della legge 104: le agevolazioni fiscali

I disabili che acquistano l’auto hanno diritto a delle agevolazioni fiscali: la detrazione Irpef al 19% sulle spese d’acquisto, l’IVA agevolata al 4% e l’esenzione dal pagamento del bollo e dell’imposta di trascrizione al PRA.

Acquisto auto per disabili della legge 104: le agevolazioni fiscali.

Il Fisco italiano concede delle agevolazioni per alcuni contribuenti e cittadini che si trovano in particolari condizioni reddituali, fisiche o che sostengono determinati tipi di spese o oneri. Tra le agevolazioni più importanti ci sono quelle previste per i cittadini protetti dalla legge 104 del 1992, le agevolazioni fiscali per disabili.

Le agevolazioni fiscali per disabili riguardano la possibilità di usufruire di alcune detrazioni fiscali (per figli portatori di handicap o il 19% per le spese sostenute per i disabili) e riguardano anche le agevolazioni fiscali per l’acquisto dei veicoli per disabili.

Quali veicoli sono acquistabili? Sono acquistabili le autovetture, cioè i veicoli destinati al trasporto di persone (con un massimo di 9 posti compreso il conducente); gli autoveicoli per il trasporto promiscuo, cioè i veicoli destinati al trasporto di cose e persone (sempre con un massimo di 9 posti compreso il conducente); gli autoveicoli specifici, cioè i veicoli muniti di speciali attrezzature per trasporti in particolari condizioni; gli autocaravan aventi speciale carrozzeria ed attrezzati permanentemente per il trasporto e l’alloggio di 7 persone massimo, compreso il conducente.

Sono altresì comprese nelle agevolazioni per l’acquisto di veicoli anche l’acquisto di motocarrozzette, cioè veicoli a tre ruote destinati al trasporto di persone, capaci di contenere al massimo 4 posti compreso il conducente; i motoveicoli per trasporto promiscuo, cioè veicoli a tre ruote destinati al trasporto di persone e di cose, capaci di contenere al massimo 4 posti compreso il conducente; i motoveicoli per trasporti specifici, cioè veicoli a tre ruote destinati al trasporto di determinate cose o di persone in particolari condizioni e muniti di speciali attrezzature.

Le agevolazioni fiscali per l’acquisto di auto per i disabili della legge 104 sono le seguenti:

  • Possibilità di detrazione fiscale del 19% della spesa sostenuta per l’acquisto;
  • L’IVA agevolata al 4% sull’acquisto;
  • L’esenzione dal bollo auto;
  • L’esenzione dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà;

Le agevolazioni competono per una sola volta ogni quadriennio, pertanto sarà possibile riottenere i benefici per un ulteriore acquisto solo se sono trascorsi quattro anni, salvo eccezioni.

Nel caso di trasferimento del veicolo prima del decorso del termine di due anni dall’acquisto, i disabile è tenuto a restituire la differenza tra l’IVA al 4% e l’IVA al 20% in assenza di agevolazioni, nonché alla restituzione dell’imposta Irpef risparmiata a seguito dell’applicazione delle detrazioni fiscali del 19%, ad eccezione del caso in cui il disabile, in seguito a mutate necessità legate al proprio handicap, ceda il veicolo per acquistarne un altro su cui realizzare nuovi e diversi adattamenti.

Si ricorda che può beneficiare di tutte le agevolazioni fiscali previste per i disabili anche un familiare che ha sostenuto la spese nell’interesse del disabile, ma a condizione che il disabile sia da considerare a carico fiscale. E per essere ritenuto a carico, il disabile deve avere un reddito complessivo annuo entro la soglia di 2.840,51 euro.

Ai fini del limite, non si tiene conto dei redditi esenti, come ad esempio le pensioni sociali, le indennità (comprese quelle di accompagnamento), gli assegni e le pensioni erogati ai ciechi civili, ai sordi e agli invalidi civili. Superando il tetto è necessario, per poter beneficiare delle agevolazioni, che i documenti di spesa siano intestati al disabile (e non al suo familiare).

Detrazione Irpef del 19% per acquisto auto e la riparazione

Le spese di acquisto dell’auto o altro veicolo sono detraibili nella misura del 19% della spesa sostenuta. Sono agevolate con la detrazione del 19% anche le spese di riparazione. La detrazione compete nel limite di spesa di euro 18.075,99 per un solo veicolo ogni quattro anni. Particolari regole sono previste nel caso di cessione dell’auto entro i due ed i quattro anni e nel caso di mutamento delle condizioni del disabile. Approfondiamo la detrazione 19% per acquisto auto per disabili.

Iva agevolata al 4%

Per l’acquisto dell’auto, sia nuova che usata, e gli optional da parte dei disabili è prevista la possibilità di applicare l’Iva agevolata al 4% anziché al normale 20%. Il Fisco prevede delle condizioni, come i limiti sulla cilindrata, infatti sono agevolate le auto aventi cilindrata fino a 2000 centimetri cubici per i motori a benzina e fino a 2800 centimetri cubici per i motori diesel.

L’aliquota agevolata si applica per l’acquisto di un solo veicolo ogni 4 anni dalla data di acquisto del precedente veicolo. Pertanto sarà possibile riottenere il beneficio del 4% di Iva, solo se sono trascorsi 4 anni dal precedente acquisto. Vediamo l’approfondimento sull’Iva agevolata al 4% per disabili.

Esenzione dal pagamento del bollo auto e imposta di trascrizione al PRA

Due delle agevolazioni fiscali concesse ai disabili che acquistano l’auto o altri veicoli sono l’esenzione dal pagamento del bollo auto e dal pagamento dell’imposta di trascrizione  al PRA in occasione della registrazione dei passaggi di proprietà.

Per ottenere l’esenzione dal pagamento del bollo auto è necessario che la cilindrata dell’auto rientri nei limiti previsti anche per l’applicazione dell’IVA agevolata al 4% e cioè 2000 centimetri cubici per auto con motore a benzina e 2800 centimetri cubici per auto con motore a diesel. Vediamo l’approfondimento sulla esenzione dal bollo auto e dall’imposta di trascrizione al PRA.

Documentazione per attestare il diritto all’agevolazione

L’Agenzia delle Entrate classifica i disabili in quattro categorie ammesse alle agevolazioni. Abbiamo la categoria dei non vedenti e sordi, quella dei disabili con handicap psichico o mentale titolari di indennità di accompagnamento, quella dei disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni e, infine, quella dei disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

Questa classificazione è utile per determinare quale documentazione è necessaria per attestare il diritto alle agevolazioni. Approfondiamo i documenti necessari per il diritto all’agevolazione.

Regole particolari per disabili con capacità deambulanti

Sono previste delle regole particolari per usufruire delle agevolazioni fiscali per i veicoli acquisti per disabili con ridotte capacità motorie non affetti da gravi limitazioni della capacità di deambulazione. Infatti per questa categoria di disabili, la condizione necessaria per poter fruire delle agevolazioni fiscali è l’adattamento del veicolo alla ridotta capacità motoria del disabile, essendo quest’ultimo dotato di capacità di deambulazione. Per questa categoria ci sono anche ulteriori documentazioni da produrre. Vediamo l’approfondimento sulle regole per l’acquisto auto dei disabili con ridotte capacità motorie.

Consulente del lavoro in Napoli. Esperto di diritto del lavoro e previdenza, di buste paga e vertenze di lavoro. Ama districarsi nell’area fiscale e occuparsi di lavoratori, imprese e contribuenti. Email: abarbato@fanpage.it.

Approfondimenti: auto disabili, detrazioni fiscali, Iva 4%

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE