Il Testo Unico delle imposte sui redditi prevede una detrazione fiscale per interventi di ristrutturazione edilizia. Il cosiddetto bonus ristrutturazioni consiste in una detrazione Irpef pari al 50% delle spese sostenute dai contribuenti per ristrutturare casa o eseguire in generale interventi di ristrutturazione. L’Agenzia delle Entrate in una guida fiscale pubblica un elenco dei lavori per i quali spetta l’incentivo fiscale. Indicando anche la tipologia di intervento agevolato.

La detrazione può essere un incentivo importante per coloro che hanno intenzione di ristrutturare casa. Con questo bonus ristrutturazioni è possibile ridurre le imposte da pagare annualmente detraendo una parte degli oneri sostenuti per ristrutturare la propria abitazione. Il 50% della spesa sostenuta può essere portato in riduzione dell’imposta Irpef da pagare sui propri redditi da lavoro (e altri redditi), ripartendo la stessa in dieci anni. Sono agevolate le spese sostenute, pagate tramite bonifico parlante, fino a 96.000 euro.

I lavori agevolati possono riguardare gli interventi per ristrutturare la propria casa ma anche i lavori condominiali, per i quali il Fisco fornisce apposito elenco. 

Ristrutturazione casa: ecco gli interventi sulla singola abitazione.

Ecco l’elenco esemplificativo, non esaustivo, ma fortemente indicativo degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef del 50% per ristrutturazioni edilizie. Verificata la conformità alle normative edilizie locali, il contribuente ha diritto all’agevolazione fiscale, se esegue uno degli interventi di cui all’elenco che segue e nelle modalità indicate. Gli interventi sono indicati in ordine alfabetico.

Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari. La detrazione spetta in caso di spostamento di alcuni locali da una unità immobiliare ad altra o anche unione di due unità immobiliari con opere esterne.

Allargamento porte. Con demolizioni di modesta entità, realizzazione di chiusure o aperture interne che non modifichino lo schema distributivo delle unità immobiliari e dell’edificio.

Allargamento porte e finestre esterne. Con demolizioni di modeste proporzioni di muratura.

Allarme finestre esterne. La detrazione spetta in caso di installazione, sostituzione dell’impianto o riparazione con innovazioni.

Ampliamento con formazione di volumi tecnici. Agevolata la demolizione e/o costruzione (scale, vano ascensore, locale caldaia, ecc.) con opere interne ed esterne.

Apertura interna. Agevolata l’apertura vano porta per unire due unità immobiliari o altri locali con opere interne o apertura sul pianerottolo interno.

Detrazione installazione ascensore. La detrazione spetta per la nuova installazione o sostituzione di quello preesistente (esterno o interno) con altro avente caratteri essenziali diversi, oppure per adeguamento L. 13/89.

Detrazione per rifacimento balconi. L’agevolazione spetta in caso di rifacimento con altro avente caratteri diversi (materiali, finiture e colori) da quelli preesistenti e nuova costruzione.

Barriere architettoniche. Agevolata l’eliminazione.

Detrazione costruzione box auto. Agevolata la nuova costruzione. Detraibile, purché reso pertinenziale di una unità immobiliare (quindi collegabile ad un’abitazione).

Cablatura degli edifici. La detrazione del 50% spetta sulle opere finalizzate alla cablatura degli edifici, a condizione che interconnettano tutte le unità immobiliari residenziali.

Caldaia. La detrazione del 50% spetta in caso di sostituzione o riparazione con innovazioni. E’ possibile beneficiare anche della detrazione del 65% per risparmio energetico.

Caloriferi e condizionatori. La detrazione spetta in caso di sostituzione con altri anche di diverso tipo e riparazione o installazione di singoli elementi. Detraibile anche l’installazione di macchinari esterni. E’ possibile anche in questo caso fruire della detrazione del 65%. E’ infatti detraibile nelle singole unità immobiliari se si tratta di opere finalizzate al risparmio energetico.

Cancelli esterni. La detrazione spetta in caso di nuova realizzazione o sostituzione con altri aventi caratteristiche diverse(materiali, dimensioni e colori) da quelle preesistenti.

Canna fumaria. La detrazione spetta in caso di nuova costruzione interna o esterna o rifacimento modificando i caratteri preesistenti.

Cantine. Agevolata l’effettuazione di suddivisioni interne con demolizioni e ricostruzioni tavolati, nonché le opere esterne con modifiche delle caratteristiche delle pareti, porte e finestre. 

Citofoni, videocitofoni e telecamere. La detrazione del 50% per ristrutturazioni edilizie spetta per la sostituzione o nuova installazione con le opere murarie occorrenti.

Cornicioni. Agevolati i lavori di nuova formazione o rifacimento con caratteristiche diverse da quelle preesistenti.

Davanzali finestre e balconi. La detrazione spetta sulla nuova realizzazione o sostituzione di quelli preesistenti con altri aventi caratteristiche diverse (materiali, finiture e colori)

Facciata. La detrazione spetta per i lavori di rifacimento, anche parziale, modificando materiali e/o colori (o anche solo i colori)

Finestra. La detrazione spetta sui lavori di nuova apertura o modifica di quelle preesistenti. Oppure per i lavori di sostituzione con finestre di sagoma, materiale e colori diversi.

Fognatura. Detrazione del 50% che spetta su nuova costruzione o rifacimento con dimensioni e/o percorso diversi da quello preesistente, con opere interne o esterne (dal limite della proprietà fino alla fognatura pubblica).

Garage. La detrazione del 50% spetta per le riparazioni varie e sostituzioni di parti con caratteristiche diverse da quelle preesistenti. Spetta inoltre per la nuova costruzione del garage, se reso pertinenziale ad una unità immobiliare.

 

Gradini e scale. La detrazione spetta per la sostituzione gradini interni e esterni, modificando la forma, le dimensioni o i materiali preesistenti

Grondaie. La detrazione del 50% spetta per la nuova installazione o sostituzione con modifiche della situazione preesistente.

Detrazione per impianto di riscaldamento autonomo interno. Deve essere conforme al DM 37/2008 – ex legge 46/90. Agevolata la realizzazione di un nuovo impianto, senza opere edilizie. Oppure di un nuovo impianto con opere edilizie esterne (canna fumaria e/o altre opere interne o esterne) per riscaldamento o ventilazione. La detrazione spetta anche per le riparazioni con ammodernamenti e/o innovazioni.

Detrazioni per lavori all’impianto elettrico. Spetta in caso di sostituzione dell’impianto o integrazione per messa a norma.

Detrazione 50% lavori all’impianto idraulico. Spetta per la sostituzione o riparazione con innovazioni rispetto al preesistente.

Inferriata fissa. Spetta la detrazione del 50% anche per la sostituzione con innovazioni rispetto alla situazione preesistente. Agevolata anche la nuova installazione con o senza opere esterne

Infissi esterni. La detrazione spetta per la nuova installazione o sostituzione con altri aventi sagoma, materiali o colori diversi (solo se riguarda l’intera facciata)

Intonaci esterni facciata. La detrazione spetta per lavori relativi agli intonaci e tinteggiatura esterna con modifiche a materiali e/o colori.

Lastrico solare. Agevolato il rifacimento con materiali diversi rispetto a quelli preesistenti.

Locale caldaia. Detrazione del 50% spettante per le riparazioni murarie varie con modifiche rispetto alla situazione preesistente. E per la nuova formazione (volume tecnico) o esecuzione di interventi esterni che modificano materiali-finiture-colori.

Lucernari. Detrazione del 50% della spesa spettante per nuova formazione o sostituzione con altri aventi caratteri (sagoma e colori)diversi da quelli preesistenti.

Mansarda. I lavori agevolati con la detrazione riguardano le modifiche interne ed esterne con opere edilizie, senza modificarne la destinazione d’uso.

Marciapiede. La detrazione spetta in caso di nuova realizzazione su suolo privato.

Messa a norma degli edifici. La detrazione del 50% per ristrutturazioni edilizie spetta per gli interventi di messa a norma degli edifici (Detraibile, purché compresa nelle categorie di cui all’art. 1 L. 449/97 e siano presentate le certificazioni di legge).

Montacarichi. La detrazione spetta sulla nuova installazione e sostituzione di quello preesistente con altro avente caratteristiche (materiali e colori) diverse da quelle preesistenti

Muri di cinta. La detrazione spetta per la realizzazione e sostituzione con modificazioni rispetto alla situazione preesistente

Muri esterni di contenimento. Detrazione al 50% spettante su una nuova costruzione, demolizione e ricostruzione in altra parte esterna o nello stesso luogo, ma modificando dimensioni, sagoma, materiali e colori

Muri interni. La detrazione del 50% spetta in caso di nuova costruzione o demolizione e ricostruzione in altra parte interna.

Parapetti e balconi. La detrazione per ristrutturazioni edilizie in questo caso spetta per il rifacimento o sostituzione con altri aventi caratteri diversi da quelli preesistenti

Parete esterna. Agevolabile con la detrazione del 50% il rifacimento anche parziale modificando materiali e colori (o anche solo i colori)

Parete interna. E’ possibile beneficiare della detrazione in caso di nuova costruzione, demolizione e ricostruzione in altra parte interna della parete.

Pavimentazione esterna. La detrazione spetta in caso di lavori per una nuova pavimentazione o sostituzione della preesistente modificando la superficie e i materiali

Pensilina protezione autovetture. Sostituzione di quella preesistente con altra avente caratteristiche (materiali e colori) diverse da quelle preesistenti.

Persiana. La detrazione del 50% spetta per la nuova installazione o sostituzione con altra avente sagoma, materiale e colori diversi. E’ possibile fruire anche della detrazione del 65%.

Pianerottolo. La detrazione spetta se l’intervento riguarda la riparazione struttura con dimensioni e materiali diversi da quelli preesistenti.

Piscina. La detrazione 50% spetta in caso di rifacimento modificando caratteri preesistenti.

Porta blindata esterna e interna. La detrazione, in caso di porta esterna, spetta per la nuova installazione o sostituzione con altre aventi sagoma o colori diversi. In caso di porta blindata interna, agevolabile la nuova installazione. E’ possibile ottenere anche la detrazione 65% per porte blindate.

Porta-finestra. La detrazione spetta per nuova installazione o sostituzione con altra avente sagoma e colori diversi. E per la trasformazione da finestra a porta finestra.

Porte esterne. La detrazione 50% spetta per la nuova installazione o sostituzione con altre aventi sagome o colori diversi e viceversa

Recinzioni. Realizzazione di nuova recinzione o sostituzione di quella preesistente con altra avente caratteristiche diverse.

Ricostruzione della casa. La detrazione del 50% spetta in caso di demolizione e fedele ricostruzione di edifici.

Sanitari. La detrazione del 50% per ristrutturazioni edilizie spetta in caso di sostituzione di impianti e apparecchiature. O per la realizzazione di servizio igienico interno.

 

Saracinesca. Agevolata la nuova installazione di qualsiasi tipo o sostituzione di quella preesistente con innovazioni.

Scala esterna. Detrazione spettante in caso di nuova installazione, rifacimento e sostituzione con altra di caratteri (pendenza, posizione, dimensioni materiali e colori) diversi dai preesistenti.

Scala interna. La detrazione 50% spetta in caso di nuova installazione, rifacimento e sostituzione con altra, modificando pendenza e posizione rispetto a quella preesistente

Serramenti esterni. La detrazione 50% spetta per la nuova installazione o sostituzione con altri aventi finiture e colori diversi dai precedenti

Sicurezza statica. La detrazione del 50% spetta in caso di opere finalizzate alla sicurezza statica ed antisismica.

Solaio. La detrazione del 50% spetta per la sostituzione dei solai di copertura con materiali diversi dai preesistenti, per la sostituzione di solai interpiano senza modifica delle quote, e per l’adeguamento dell’altezza dei solai.

Soppalco. La detrazione spetta in caso di innovazioni rispetto alla struttura preesistente o nuova costruzione.

Sottotetto. Spetta in caso di riparazione modificando la posizione preesistente; sostituzione apparecchi sanitari, innovazioni con caratteristiche diverse da quelle preesistenti. Modifiche interne ed esterne con varie opere edilizie senza modificarne la destinazione d’uso. Formazione di una unità immobiliare abitabile nel sottotetto mediante l’esecuzione di opere edilizie varie (Detraibile purché già compreso nel volume).

Strada asfaltata privata. La detrazione spetta per i lavori realizzati per l’accesso alla proprietà.

Tegole. La detrazione spetta per la sostituzione delle tegole con altre di materiale e/o forma diverse da quelle preesistenti.

Terrazzi. La detrazione del 50% spetta per il rifacimento completo con caratteristiche diverse da quelle preesistenti (dimensioni o piano).

Tetto. La detrazione 50% spetta per la sostituzione dell’intera copertura. E per la modifica della pendenza delle falde con o senza aumento di volume.

Tinteggiatura esterna. La detrazione spetta per il rifacimento modificando materiali e/o colori.

Travi (tetto). La detrazione spetta per le sostituzioni con modifiche o per la sostituzione totale per formazione nuovo tetto.

Veranda. La detrazione spetta se sussistono innovazioni rispetto alla situazione precedente. Per la nuova costruzione con demolizione del muro che dà sul balcone creando aumento di superficie lorda di pavimento. Oppure per la trasformazione di balcone in veranda.

Vespaio. Agevolato il rifacimento del vespaio.

Zoccolo esterno facciata. La detrazione spetta per la sostituzione con altro avente caratteri essenziali diversi.

Concludendo, se la ristrutturazione della casa riguarda uno o più lavori indicati nell’elenco, se l’opera è eseguita secondo quanto indicato, al contribuente spetta la detrazione del 50% per ristrutturazioni edilizie.