L'Assessorato al lavoro della Regione Campania ha annunciato lo stanziamento di risorse per Finanziamenti a fondo perduto della Regione Campania per l'autoimprenditorialità. Si tratta di un importante investimento diretto al reinserimento occupazionale degli ex percettori di ammortizzatori sociali.

Stanziati nei confronti della Regione Campania 4 milioni di euro, di cui 1,5 milioni destinati all'autoimprenditorialità femminile. La misura sarà pubblicata prossimamente nel BURC della Regione Campania.

Si tratta della possibilità di ottenere 25 mila euro a fondo perduto.

I beneficiari della misura sono

  • ex percettori di mobilità ordinaria o in deroga (scaduta negli anni tra il 2013 e il 2017), attualmente senza reddito e residenti in Campania, nonché
  • ex percettori di disoccupazione ordinaria, ASPI, MiniASPI, NASPI, Disoccupazione edile (223/91 e 451/94), scadute tra 2012 ed il 2017.

Con tale misura l'Assessore al Lavoro della Regione Campania Sonia Palmeri investe risorse per trasformare le politiche passive (quali sono gli ammortizzatori sociali) in politiche attive, ossia misure atte a creare nuovamente occupazione per coloro che sono stati percettori degli ammortizzatori sociali stessi. Dopo alcuni rifinanziamenti della mobilità e della cassa integrazione, anche in deroga, ora l'Assessorato punta su una misura sperimentale che consentirà agli ex percettori di ammortizzatori sociali di tentare la strada del lavoro autonomo e dell'imprenditorialità, attraverso il consistente aiuto di un finanziamento a fondo perduto di 25.000 euro pro-capite.

L'Assessore al Lavoro della Regione Campania Sonia Palmeri sul proprio profilo Facebook annuncia la misura: "Un'altra risposta concreta per il reinserimento occupazionale degli ex percettori di ammortizzatori sociali. Nel ventaglio di opportunità che puntano alla ricollocazione di soggetti ex percettori di ammortizzatori, oggi in Campania un posto importante lo riveste la misura dell'autoimprenditorialitàLa misura, concordata dall'Assessore al Lavoro della Regione Campania con le parti sociali nell'ambito degli incontri per la gestione e destinazione delle risorse autorizzate dal Ministero del Lavoro e dal Ministero dell'Economia, per gli ammortizzatori sociali in deroga, è stata prevista nell'ultimo accordo e sarà pubblicata nel prossimo BURC.

Lo strumento va a soddisfare la propensione di coloro che manifestano la ferma volontà di intraprendere l'attività d'impresa, ma che attualmente risultano soggetti deboli del sistema economico.

Risorse pari a 4 milioni di euro. "A tale progettualità sono state destinate, a titolo sperimentale, risorse per 4 milioni di euro, di cui 1,5 milioni riservati all'imprenditoria al femminile: una misura chiara, concreta, dagli effetti misurabili a favore delle donne che, senza reddito, si rimettono in gioco, puntando sulle loro inesauribili energie".

Possibile aprire una ditta individuale o una cooperativa. "Le iniziative imprenditoriali ammissibili sono ditte individuali o cooperative, che potranno usufruire di un finanziamento di 25.000,00 euro pro-capite e di percorsi di servizi di orientamento ed accompagnamento all'avvio delle attività, garantiti dalla società in house della Regione, Sviluppo Campania. I Centri per l'impiego saranno il luogo deputato all'approfondimento della misura, svolgendo azione di raccordo nel mercato del lavoro".

Non resta che attendere la pubblicazione sul BURC della Regione Campania per il dettaglio sulle modalità di richiesta ed erogazione. E per poter presentare le domande.