L'Agenzia delle Entrate con un comunicato stampa ha annunciato che è stato firmato un accertamento con adesione con il colosso internazionale Google. Il grande motore di ricerca pagherà al Fisco italiano oltre 306 milioni di euro.

Ecco il comunicato

"L’Agenzia delle Entrate e Google siglano l’accertamento con adesione per risolvere le potenziali controversie relative alle indagini fiscali, condotte dalla Guardia di finanza e coordinate dalla Procura della Repubblica di Milano, relative al periodo tra il 2009 e il 2013. Google pagherà nel complesso oltre 306 milioni di euro, comprensivi anche degli importi riferibili al biennio 2014 e 2015 e a un vecchio contenzioso relativo al periodo 2002 2006.

Gli importi sono complessivamente riferibili sia a Google Italy che a Google Ireland. Con Google sarà inoltre avviato un percorso per la stipula di accordi preventivi per la corretta tassazione in Italia in futuro delle attività riferibili al nostro Paese. L’Agenzia conferma il suo impegno nel perseguire una politica di controllo fiscale attenta alle operazioni in Italia delle multinazionali del web".

Cosa è l'accertamento con adesione. La normativa fiscale concede al contribuente di poter beneficiare del procedimento di accertamento con adesione, che consente di regolarizzare una controversia con il Fisco. Il principale vantaggio consiste nella riduzione delle sanzioni ad un terzo dal minimo. Per maggiori informazioni su chi può aderire, come funziona e quali sono le conseguenze dell’atto di adesione, ecco l'approfondimento sull'accertamento con adesione.