Anche nel 2019 è possibile utilizzare il modello 730 precompilato per dichiarare i propri redditi e determinare le imposte da pagare. Si tratta di una grossa semplificazione che l’Agenzia delle Entrate ha previsto per i contribuenti. Per usufruirne bisogna accedere all’area dedicata del sito dell’Agenzia delle entrate. Il modello 730 precompilato è disponibile dal 15 aprile e può essere confermato, modificato, integrato o comunque trasmesso o inviato a partire dal 2 maggio. Ma quali sono le 5 cose che bisogna assolutamente sapere circa il 730 precompilato 2019? Vediamole insieme.
Addio al modulo ANF cartaceo presentato al datore di lavoro ogni anno. Dal 1° aprile 2019 la domanda per l’assegno per il nucleo familiare va inviata in modalità telematica all’Inps (online o tramite Patronato o intermediari abilitati). L’Inps comunica l’accoglimento degli ANF, mentre a calcolare l’importo degli assegni familiari sarà sempre il datore di lavoro, ma entro l’importo massimo comunicato dall’Inps. Ecco la circolare dell’Inps che introduce le novità sul modulo ANF/DIP e sulle modalità di presentazione, stabilisce come richiedere gli ANF arretrati e come funziona nel settore agricolo e per la richiesta di autorizzazione agli assegni per il nucleo familiare.
Dichiarazione IVA 2019 [GUIDA]
Reddito di cittadinanza: tutti i requisiti (residenza, soggiorno, reddituali ISEE e patrimoniali)
Reddito di cittadinanza: calcolo importo e requisiti per ogni famiglia
Cancellazione debiti ex Equitalia fino a 1.000 euro dal 1/1/2019: come controllare
Stralcio debiti fino a 1.000 euro (Pace Fiscale) dal 1 gennaio 2019
Pensione di gennaio 2019: aumenta la rivalutazione ma arrivano conguagli negativi
Tutte le date di pagamento delle pensioni per l’anno 2019
Acconto IVA 2018 in scadenza il 27 dicembre
Aliquote Imu e Tasi: come cercarle e trovarle per tutti i Comuni Italiani
Tutti i controlli dell’Agenzia delle Entrate in vista della Pace fiscale
Imu 2018 scadenza 17 dicembre: tutto quel che c’è da sapere
Fattura elettronica bocciata dal Garante privacy: cosa succede ora
Periodo di prova Studi professionali: dimissioni, licenziamento, part-time, apprendistato
Permessi per lutto e gravi infermità nel contratto commercio
CCNL scuole private laiche Aninsei: livelli, mansioni, come orientarsi
Bonus assunzione giovani under 35 nel Decreto Dignità: a chi spetta e come ottenerlo
Addio TFR in busta paga ogni mese? possibile l’anticipo TFR senza pagare più tasse
Quattordicesima pensionati: calcolo e importi in pagamento il 2 luglio 2018
Pensioni d’oro: quali sono e a chi toccherebbero i tagli proposti da Di Maio
Lavoro domenicale: dal Governo Monti ad oggi, cosa dice e come potrebbe cambiare la normativa
Fattura elettronica carburanti: cosa cambia dal 1 luglio 2018 (salvo proroga)
Pensioni più basse dal 2019: cosa cambierà con il taglio dell’1% del coefficiente
Quota 100 cosa è: nuovi requisiti per pensione anticipata rispetto alla Fornero
Stipendi in contanti, pagamento vietato dal 2018: tutto su normativa e sanzioni
segui
Fanpage.it
su Facebook
 
Compilazione assistita 730 precompilato 2019: come funziona
Dal 10 maggio 2019 è possibile modificare o integrare il 730 precompilato con la compilazione assistita. Si tratta di una compilazione semplificata messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate per inserire spese detraibili o oneri deducibili dal reddito. I controlli del Fisco saranno solo sui dati modificati o integrati. Ecco come si fa, come funziona, quali sono le istruzioni per la compilazione assistita del 730 precompilato e quali sono i termini per l’invio della dichiarazione precompilata modificata con la compilazione semplificata.