• Hai nuove notifiche!
Il Governo ha introdotto un congedo parentale straordinario di 15 giorni, continuativi o frazionati, da usufruire entro il 31 dicembre 2020, per i nuclei con entrambi i genitori lavoratori e figli fino a 12 anni. Spetta un’indennità pari al 50% della retribuzione. Spetta ai lavoratori dipendenti privati e pubblici, lavoratori della Gestione separata e autonomi Inps, in alternativa un voucher di 600 euro per servizi di baby sitting. Ecco tutte le informazioni anche su calcolo dell’indennità e della retribuzione globale di fatto.
Cassa integrazione Coronavirus: quanto si prende? La legge sulle integrazioni salariali dice l’80% della retribuzione globale, ma impone massimale mensile di CIGO, assegno ordinario FIS e CIG in deroga. Quindi nella maggior parte dei casi, si prende 998,18 euro lordi compreso ratei di tredicesima e quattordicesima (939,89 euro netti al mese). E per ogni ora di cassa integrazione, per tanti lavoratori, meno di 6 euro ad ora (dividendo 998,18 euro per il divisore mensile). Chi supera i 2.159,48 euro di retribuzione globale mensile prenderà 1.129,66 netti al mese. Ecco quindi come calcolare in busta paga quanto si perde al mese e per ogni ora di CIGO, assegno ordinario FIS e CIG in deroga, in base all’orario di lavoro (part-time compreso) e al divisore orario del CCNL.
Bonus 600 euro per lavoratori dello spettacolo Enpals (Coronavirus)
Indennità di 600 euro per cococo e professionisti Gestione Separata
Coronavirus, Reddito di cittadinanza percepito senza obblighi per 2 mesi
Bonus di 100 euro in busta paga ai lavoratori dipendenti in azienda
Sospese cartelle, accertamenti, Rottamazione ter, Saldo e stralcio fino al 31 maggio
Permessi legge 104/92 estesi fino a 12 giorni a marzo e aprile 2020
Vietati i licenziamenti dei lavoratori per due mesi durante l’emergenza Coronavirus
Coronavirus: protocollo con nuovi obblighi anti-contagio sul lavoro
Coronavirus: aumentano obblighi e responsabilità del datore di lavoro
Elenco attività commerciali aperte e chiuse per Coronavirus (DPCM 11 marzo 2020)
Coronavirus: quali sono gli spostamenti di lavoro giustificati
Pagamento pensioni 2 marzo 2020: Inps annuncia trattenute e crediti
Dichiarazione IVA 2020 [GUIDA]
Addio al bonus Renzi da luglio 2020: ecco il trattamento integrativo
Pensione febbraio 2020 in pagamento tra arretrati e trattenute
Spese sanitarie detraibili 2020: elenco solo con carte e/o anche in contanti
Tutte le date di pagamento delle pensioni per l’anno 2020
Bonus facciate 2020 per edifici in zona A o B: ecco come funziona
Bonus asilo nido 2020: raddoppia a 3.000 euro per molte famiglie
Bonus bebè: dal 2020 spetta a tutte le famiglie (anche con reddito alto)
Imu 2019 scadenza saldo 16 dicembre: tutto quel che c’è da sapere
Concorso Centri per l’impiego Regione Campania: tutti i bandi
Tredicesima e part-time: ecco i calcoli in busta paga
Tabelle retributive CCNL Turismo e Pubblici esercizi: stipendio anno per anno
segui
Fanpage.it
su Facebook
 
Assegni familiari durante cassa integrazione: esclusi i lavoratori FIS
Gli assegni familiari spettano e saranno erogati ai lavoratori in cassa integrazione ordinaria (CIGO) e in CIG in deroga per causale Covid-19. Leggendo il D. Lgs. n. 148 del 2015 e il Decreto Cura Italia, come confermato dalla circolare Inps n. 47/2020 ai lavoratori che percepiscono l'assegno ordinario FIS, l'Inps non erogherà l'assegno per il nucleo familiare. Trattasi di una vasta platea: lavoratori del settore commercio, terziario, turismo, servizi in azienda da 6 dipendenti in poi, con qualche deroga. I Consulenti del Lavoro chiedono una modifica normativa al Decreto Cura Italia ed un intervento dell'Inps a favore degli ANF ai lavoratori in FIS.