• Hai nuove notifiche!
Per gli studenti universitari che studiano ad almeno 100 km di distanza dall’indirizzo di residenza è possibile fruire di una detrazione Irpef del 19% sui canoni di locazione fino ad un massimo di spesa di 2.633 euro (fino a 500 euro di risparmio presentando il 730). Tuttavia, la distanza si riduce a 50 km se si risiede in una zona montana o disagiata. La detrazione per canoni di locazione degli studenti fuori sede spetta per i canoni di locazione pagati, anche da studenti in Erasmus. L’agevolazione fiscale sull’affitto spetta anche ai genitori, nel caso di figli fiscalmente a carico. Vediamo come è possibile scaricare nel 730 le spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede.
Nel 730/2019 sono detraibili le spese per la mensa scolastica e per le gite scolastiche, ivi compreso i corsi di lingue e teatro organizzati dalla scuola. La detrazione spetta fino a 786 euro, per un risparmio fino a 149,34 euro di Irpef, sulle spese sostenute nell’anno 2018. A precisarlo è la circolare dell’Agenzia delle Entrate sulle detrazioni fiscali fruibili nel modello 730. Dal 2018 sono detraibili anche le spese per il trasporto scolastico. Vediamo tutte le informazioni utili.
Le spese sanitarie detraibili del quadro E del modello 730 2019
Tabelle ANF 2019-2020: i nuovi importi degli assegni per il nucleo familiare
Assegno per il nucleo familiare (ANF): a chi spetta e per quali familiari
Assegni familiari: redditi da considerare e indicare nella domanda ANF
Assegni familiari a rischio nella busta paga di aprile 2019: manca l’utility Inps
Salario minimo a 9 euro lordi all’ora: cosa prevede il disegno di legge
730 precompilato 2019 online: novità, scadenze, rimborsi e pagamenti Irpef
5 cose da sapere sul 730 precompilato 2019
Assegni familiari in busta paga solo con domanda online all’Inps
Dichiarazione IVA 2019 [GUIDA]
Reddito di cittadinanza: tutti i requisiti (residenza, soggiorno, reddituali ISEE e patrimoniali)
Reddito di cittadinanza: calcolo importo e requisiti per ogni famiglia
Cancellazione debiti ex Equitalia fino a 1.000 euro dal 1/1/2019: come controllare
Stralcio debiti fino a 1.000 euro (Pace Fiscale) dal 1 gennaio 2019
Pensione di gennaio 2019: aumenta la rivalutazione ma arrivano conguagli negativi
Tutte le date di pagamento delle pensioni per l’anno 2019
Acconto IVA 2018 in scadenza il 27 dicembre
Aliquote Imu e Tasi: come cercarle e trovarle per tutti i Comuni Italiani
Tutti i controlli dell’Agenzia delle Entrate in vista della Pace fiscale
Imu 2018 scadenza 17 dicembre: tutto quel che c’è da sapere
Fattura elettronica bocciata dal Garante privacy: cosa succede ora
Periodo di prova Studi professionali: dimissioni, licenziamento, part-time, apprendistato
Permessi per lutto e gravi infermità nel contratto commercio
CCNL scuole private laiche Aninsei: livelli, mansioni, come orientarsi
segui
Fanpage.it
su Facebook
 
Farsi impresa in Regione Campania con 25 mila euro a fondo perduto
Gli ex percettori di indennità di disoccupazione ordinaria, Naspi, Aspi e MiniAspi, gli ex percettori di ammortizzatori sociali in deroga, indennità di mobilità ordinaria o in deroga e di trattamenti di disoccupazione edile, privi di sostegno al reddito e residenti in Campania, possono ottenere 25 mila euro a fondo perduto per aprire un’attività imprenditoriale o di lavoro autonomo in Campania. Ecco l’Avviso pubblico della Regione Campania denominato “Farsi Impresa, Ricomincio da me: intraprendo e lavoro”. Dotazione finanziaria di 4 milioni, di cui 1,5 milioni di euro riservato alle donne.