bonus asilo nido 3000 euro

L’intenzione del Governo di supportare in prospettiva le famiglie italiane con un assegno universale è accompagnata dall’introduzione nella Legge di Bilancio 2020 (in corso di approvazione definitiva) del nuovo Bonus asilo nido 2020. Il beneficio è stato rimodulato e incrementato/raddoppiato in base alle soglie ISEE differenziate: passa a 2.500 o 3.000 euro all’anno per 3 anni per molte famiglie italiane. Il bonus asilo nido è stato anche reso strutturale, quindi non scadrà più nel 2021.

Il bonus asilo nido 2020, misura introdotta da alcuni anni per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici o privati, rimane pari a 1.500 euro solo per i nuclei familiari con ISEE minorenni superiore a 40.000 euro.

Le novità sugli importi. Il bonus asilo nido di 1.500 euro viene invece incrementato di 1.000 euro per i nuclei familiari con un ISEE minorenni da 25.001 euro a 40.000 euro (raggiungendo l’importo di 2.500 euro).

E lo stesso bonus asilo nido di 1.500 euro, in vigore fino al 31 dicembre 2019, è incrementato di ulteriori 1.500 euro (quindi raddoppiato) per i nuclei familiari con un valore ISEE minorenni fino a 25.000 euro (raggiungendo così l’importo di 3.000 euro).

Ciò comporta un incasso di un assegno mensile più corposo per tantissime famiglie italiane alle prese con la necessità di ricorrere all'asilo nido sia privato che pubblico.

Bonus asilo nido: importi dal 2020

Si parla di raddoppio o aumento del 66% per molte famiglie italiane.

A decorrere dal 2020, il Bonus asilo Nido rimodulato e incrementato in base alle soglie ISEE differenziate, è erogato dall’Inps nelle seguenti misure:

  • 3.000 euro annui per 3 anni (272,72 euro per 11 mesi all’anno per 3 anni) per i nuclei familiari con un valore ISEE minorenni fino a 25.000 euro (aumento di 1.500 euro rispetto al 2019);
  • 2.500 euro annui per 3 anni (227,27 euro per 11 mesi all’anno per 3 anni) per i nuclei familiari con un ISEE minorenni da 25.001 euro a 40.000 euro (aumento di 1.000 euro annui rispetto al 2019);
  • 1.500 euro annui per 3 anni annui (136,36 euro per 11 mesi all’anno per 3 anni) per i nuclei familiari con ISEE minorenni superiore a 40.000 euro.

Sono questi i nuovi importi percepiti per il 2020, con sostanziale raddoppio per le famiglie con ISEE minorenni inferiore a 25 mila euro e un aumento di due terzi (66% in più) per le famiglie con ISEE minorenni inferiore a 40 mila euro.

La misura, tra l'altro, negli anni 2016, 2017 e 2018 era riconosciuta nella misura di 1.000 euro annui, mentre nel 2019 è stata elevata a 1.500 euro. Dal 2020 il Governo ha approvato quindi un aumento sostanzioso del beneficio economico messo a disposizione delle famiglie, che ricordiamo è da utilizzarsi per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici o privati.

Bonus asilo nido: cosa è e come funziona

Il Bonus asilo nido e forme di supporto presso la propria abitazione, così viene chiamato anche sul sito dell’Inps, è una forma di sostegno alle famiglie italiane prevista dall’art. 1, comma 355, della Legge n. 232/2016, meglio conosciuta come Legge di Stabilità 2017.

Il buono, da utilizzarsi esclusivamente per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici o privati, è corrisposto in 11 mensilità annue per 3 anni dall'INPS al genitore richiedente, previa presentazione di idonea documentazione attestante l'iscrizione e il pagamento della retta a strutture pubbliche o private.

Il beneficio è anche utilizzabile per il supporto, presso la propria abitazione, dei bambini al di sotto dei tre anni affetti da gravi patologie croniche.

Il buono può essere percepito per un massimo di un triennio, visto che si riferisce alla platea dei bambini da 0 a 3 anni.

Per maggiori informazioni ecco lo speciale sul Bonus asilo nido, tenendo presente che l'Inps emetterà una circolare.

ISEE minorenni: come si calcola

L’ISEE minorenni è disciplinato dall’art. 7 del D.p.c.m. 159/2013 ed è richiesto per l'accesso alle prestazioni agevolate rivolte ai minorenni che siano figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi.

Per il calcolo occorre prendere in considerazione la condizione del genitore non coniugato e non convivente per stabilire se essa incida o meno sull' ISEE del nucleo familiare del minorenne.

Anche quando l’altro genitore è coniugato o ha figli con persona diversa può essere necessario tener conto della situazione economica attraverso il calcolo della componente aggiuntiva.

Nei nuclei familiari in cui i genitori sono sposati o convivano l’ISEE minorenni corrisponde all’ISEE ordinario.

Bonus asilo nido: fondi stanziati

Il beneficio è erogato, secondo l'ordine di presentazione telematica delle domande, nel limite di spesa previsto per ogni anno e quindi anche a livello di fondi stanziati, il Governo ha innalzato la dotazione finanziaria di 330 milioni di euro anni dal 2020. Infatti, sono stati stanziati 520 milioni di euro per l’anno 2020, 530 milioni di euro per l’anno 2021, 541 milioni di euro per l’anno 2022, 552 milioni di euro per l’anno 2023, 563 milioni di euro per l’anno 2024, 574 milioni di euro per l’anno 2025, 585 milioni di euro per l’anno 2026, 597 milioni di euro per l’anno 2027, 609 milioni di euro per l’anno 2028, 621 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2029.

I fondi dovrebbero essere sufficienti a coprire tutte le domande delle famiglie richiedenti in quanto dalla relazione tecnica del Governo si evince che nel 2017 per la misura sono stati spesi 5,8 milioni di euro, nel 2017 vi è stato un incremento considerevole a 75 milioni di euro e nel 2019, fino a settembre, di 163 milioni di euro. Ma quest’ultime domande si riferiscono a domande relative a periodi precedenti. In ogni caso le domande fino ad ottobre 2019 erano superiori a 280 mila. E per tale motivo il Governo ha incrementato il fondo stanziato di 330 milioni di euro.