27 Maggio 2022
17:17

CCNL Anas: livelli, mansioni e classificazione del personale

Nel contratto collettivo dell’ANAS ci sono aree di classificazione (di base, Operativa e di Esercizio e Quadri). Dal livello A al livello C, vediamo tutti i livelli, la declaratoria con la descrizione delle mansioni e la classificazione del personale del CCNL ANAS.
A cura di Antonio Barbato
CCNL ANAS livelli mansioni

Nel contratto collettivo per i dipendenti del Gruppo ANAS è suddivisa in varie aree, in quanto il CCNL Anas è applicato per diverse aree funzionali. La classificazione del personale è disciplinata nel CCNL Anas dall’art. 92 all’art. 95. Il CCNL Anas prevede la classificazione dei livelli di inquadramento, con la relativa declaratoria e mansioni.

Per ognuna delle tre aree, il CCNL ANAS fornisce una declaratoria, indica il tipo di mansioni svolte dal lavoratore e fornisce un elenco, non tassativo né esaustivo, di esemplificazioni dei profili professionali rientranti in quel livello.

Partendo da tali esemplificazioni si possono inquadrare ulteriori figure professionali non indicate nel testo.

CCNL Anas: Aree di classificazione

I livelli, le mansioni e la classificazione del personale nel CCNL Anas sono contenuti partendo dall’art. 92 del contratto collettivo. Proprio all’art. 92 è prevista una suddivisione del personale in tre aree funzionali:

  • Area di Base;
  • Area Operativa e di Esercizio;
  • Area Quadri.

Il personale assunto secondo il contratto collettivo Anas è inquadrato in una delle aree di cui sopra “in relazione al diverso grado di partecipazione alla realizzazione delle finalità aziendali, al differente apporto professionale richiesto ed alle diverse responsabilità connesse ad ogni funzione aziendale”.

L’art. 92, inoltre, stabilisce che: “Per ciascuna area di inquadramento sono previsti profili professionali distribuiti su posizioni organizzative ed economiche differenziate. La declaratoria determina per ciascuna area le caratteristiche indispensabili per l'inquadramento nell'area stessa. I profili inseriti nell'ambito delle posizioni organizzative ed economiche differenziate descrivono il contenuto professionale delle mansioni in essi individuate. L'inquadramento dei lavoratori nelle aree e nelle posizioni organizzative ed economiche viene effettuato sulla base delle declaratorie e di profilo”.

CCNL Anas: Declaratoria area di base

Come detto precedentemente per affrontare la classificazione del personale nel contratto collettivo ANAS bisogna partire da una prima suddivisione del personale per tre aree funzionali. La prima che affronteremo è l’area di base.

La declaratoria relativa ai lavoratori dell’area base del CCNL Anas è contenuta nell’art.93 del contratto stesso.

Tale articolo stabilisce che: “Appartengono all’area di base i dipendenti che svolgono mansioni manuali e che richiedono generiche conoscenze professionali e capacità pratiche. Agli appartenenti a tale area può essere richiesta l'utilizzazione di mezzi e strumenti di uso semplice”.

Sempre a norma di quanto disposto dall’art. 93 “Fanno parte dell’area di base i seguenti profili:

Posizione organizzativa ed economica C1

Secondo la declaratoria del CCNL si tratta di Attività semplici con contenuto manuale di tipo elementare”.

C1 Addetto alle pulizie

  1. Attende alla pulizia, al riordino ed alla sistemazione degli ambienti interni ed esterni in uso alla Società e dei materiali in esso contenuti mediante l’utilizzazione di apparecchiature di uso elementare.

Posizione organizzativa ed economica C

Sempre secondo la declaratoria dell’art.93 del CCNL Anas, comprende mansioni che svolgono Attività ausiliarie, anche di tipo manuale, che comportano l’uso di mezzi e strumenti semplici”.

E si divide in:

C Ausiliario:

  1. Adibito all’apertura, aerazione e chiusura degli uffici e locali nonché ai compiti di anticamera, regolando e vigilando l’accesso al pubblico;
  2. è tenuto a fornire informazioni sull’ubicazione degli uffici e dei funzionari, stampati per la richiesta di servizi, nonché alla cura ed al mantenimento dell’ordine degli uffici e locali ai quali è addetto;
  3. provvede al prelievo, al trasporto, alla consegna di fascicoli, oggetti, libri ecc., collabora alle operazioni connesse alla corrispondenza ed a tutte le operazioni di tipo semplice e ripetitivo, quale l’apposizione di bolli, l’esecuzione e fascicolatura di copie utilizzando macchine di uso semplice;
  4. può eseguire incarichi attinenti ai suoi compiti anche all’esterno del luogo di lavoro ed essere adibito alla manovra di ascensori e montacarichi.

C Operaio Generico:

  1. Attende a compiti di manovalanza generica, compresi quelli inerenti ai servizi di autorimessa, provvedendo al trasporto, imballaggio e sistemazione di mobili e materiali, occorrenti al funzionamento degli uffici e laboratori, ed alle operazioni di carico e scarico dai mezzi di trasporto dei materiali;
  2. è addetto alla manovra di apparecchiature, attrezzature e macchine di uso semplice nei servizi specifici del settore di applicazione.

CCNL Anas: Declaratoria area operativa e di esercizio

La seconda area funzionale secondo la quale è prevista la classificazione del personale assunto con contratto collettivo Ana è l’area operativa e di esercizio.

La classificazione per questa area è contenuta nell’art.94 del CCNL. Tale articolo stabilisce che: “Appartengono all’area operativa e di esercizio i dipendenti che:

  1. esplicano attività riguardanti anche conoscenze specifiche;
  2. svolgono mansioni a contatto o meno con l’utenza che presuppongono adeguata preparazione professionale ed operano anche con autonomia organizzativa secondo metodi e procedure definite anche parzialmente;
  3. utilizzano strumenti semplici o complessi richiedenti una parziale o media specializzazione;
  4. esplicano attività istruttorie anche con conoscenze professionali specifiche ed applicano procedure con margine di discrezionalità;  
  5. svolgono funzioni di guida e controllo, anche operativo, di eventuali collaboratori o di un gruppo di risorse umane;
  6. sono in possesso di determinate specializzazioni e di esperienza professionale consolidata attraverso le mansioni svolte o processi di formazione”.

L’area operativa e di esercizio si compone a sua volta di diverse posizioni organizzative ed economiche che sono sempre contenute nell’art.94 del contratto collettivo.

Posizione organizzativa ed economica B2

Alla posizione B2 corrispondonoAttività qualificate di tipo esecutivo, svolte sulla base di precise indicazioni ed eseguibili attraverso conoscenze acquisite attraverso esperienza lavorativa o adeguati corsi di formazione”.

B2 Addetto ai servizi di vigilanza e custodia

  1. Addetto, secondo turni predisposti, alla vigilanza diurna e notturna all’interno ed all’esterno dei locali e delle pertinenze in uso alla Società, dei quali sorveglia e custodisce gli accessi, regolando l’afflusso del pubblico e degli automezzi meccanici, secondo i regolamenti e le disposizioni di servizio ed indirizzando i visitatori sulla base della conoscenza degli uffici e delle attività che vi si svolgono;
  2. mette in azione, disattiva e controlla gli impianti di sicurezza e quelli dei servizi generali, sia dei locali che delle pertinenze, assicurandosi della loro integrità e funzionalità, segnalando guasti e situazioni non ordinarie secondo le direttive ricevute.
  3. Senza pregiudizio delle proprie mansioni può compiere tutte le operazioni di tipo semplice e ripetitivo, utilizzando macchine di uso semplice;
  4. esplica le proprie mansioni sia direttamente che avvalendosi di apparecchiature di comando e di controllo visivo, provvede all’accettazione della corrispondenza e dei materiali, assumendo la responsabilità della custodia e dello smistamento;
  5. qualora usufruisca dell’alloggio di servizio provvede all’apertura e chiusura degli ingressi anche nelle ore notturne.

B2 Addetto tecnico o amministrativo

  1. Provvede, sulla base di disposizioni o secondo procedure prestabilite, a tutte le operazioni di ricezione, protocollazione, smistamento, preparazione e spedizione della corrispondenza, di plichi e di materiali; attende alla materiale preparazione, fascicolazione e riscontro di atti e documenti nonché alla loro classificazione; archivia fascicoli o documenti nell’ambito di specifiche istruzioni;
  2. collabora all’Ufficio Relazioni con il Pubblico – URP – e svolge attività nelle centraline telefoniche;
  3. collabora con le professionalità superiori alla esecuzione di indagini, rilievi, misurazioni, rappresentazioni grafiche, sopralluoghi ecc. inerenti ai lavori di manutenzione nonché alla rilevazione topografica ed espropriativa.

B2 Cantoniere

  1. Esegue, unitamente agli altri componenti la squadra di manutenzione o di pronto intervento e nel rigoroso rispetto delle istruzioni ricevute, tutti gli interventi di manutenzione o di pronto intervento, per garantire la sicurezza e la transitabilità del tratto stradale di competenza e delle relative pertinenze;
  2. provvede all’apposizione dei prescritti segnali di obbligo e di pericolo, sia per le limitazioni di transito che per le interruzioni della strada;
  3. svolge anche le mansioni di conducente del mezzo in dotazione, provvedendo alla pulizia dello stesso, direttamente ovvero presso centri attrezzati;
  4. svolge attività di ascolto lungo le strade ed autostrade statali (SOS).

B2 Autista

  1. Addetto alla guida di autovetture per il trasporto di persone e cose, curandone l’efficienza, la pulizia e l’ordinaria manutenzione;
  2. quando non è impegnato nelle mansioni proprie della qualifica, espleta attività semplici, sulla base di precise direttive.

B2 Operaio Qualificato

  1. Dotato di conoscenze professionali qualificate, nel cui ambito ripara e revisiona autovetture ed automezzi, impianti, manufatti e strutture utilizzando, se richiesto dall’organizzazione del lavoro, le apparecchiature adatte alla tipologia delle lavorazioni stesse; è tenuto alla rigorosa osservanza delle eventuali istruzioni e prescrizioni specifiche impartite;
  2. provvede alla attivazione ed alla disattivazione delle attrezzature curando, al contempo, l’efficacia funzionale, la pulizia e l’ordinaria manutenzione delle attrezzature stesse, nonché degli attrezzi e strumenti in dotazione;
  3. effettua le prescritte registrazioni ed annotazioni connesse alle operazioni affidategli; si assicura che i prodotti ed i materiali in uso siano raccolti e conservati come prescritto dalle istruzioni specifiche;
  4. per esigenza di servizio partecipa ai lavori della squadra di manutenzione e di pronto intervento.

Posizione organizzativa ed economica B1

Rientrano, a norma dell’art.94, nell’area organizzativa ed economica B1 le “Attività che prevedano specializzazioni acquisite tramite esperienza professionale o corsi di formazione, nonché l’uso di strumenti o mezzi di media difficoltà in ambiti predeterminati e sulla base di indicazioni predefinite. È possibile l’esercizio di controllo su piccoli gruppi di risorse umane che svolgono lavori di tipo esecutivo”.  

B1 Capo dei servizi di vigilanza

  1. Partecipa, sulla base delle direttive ricevute, all’attività di vigilanza e custodia nei locali e nelle pertinenze della Società, attuando il coordinamento ed il controllo dell’operato degli addetti ai servizi di vigilanza e custodia;
  2. sulla base delle specifiche conoscenze acquisite interviene personalmente in caso di carenze e trascuratezze, segnalando danni, incidenti o situazioni di pericolo;
  3. qualora usufruisca dell’alloggio di servizio provvede all’apertura e chiusura degli ingressi anche nelle ore notturne.

B1 Operatore Specializzato

  1. Addetto alla conduzione di autocarri, mezzi speciali, autoarticolati, macchine operatrici, sgombraneve, ecc., in dotazione alla Società;
  2. cura l’efficienza, la pulizia e l’ordinaria manutenzione dei mezzi in dotazione, eseguendo le piccole riparazioni;
  3. nei periodi di attesa, senza pregiudizio alle proprie mansioni e tenuto conto della organizzazione del lavoro e delle disposizioni ricevute, partecipa alle attività compartimentali della squadra di manutenzione e di pronto intervento.

B1 Operaio Specializzato

  1. Dotato di specifiche conoscenze professionali che, in condizioni di autonomia esecutiva ed in collaborazione con professionalità di analogo livello, individua guasti ed anomalie di autovetture ed automezzi, di funzionamento di impianti, manufatti e strutture, effettuando le necessarie riparazioni;
  2. coordina le professionalità di livello inferiore che partecipano al ciclo di lavorazione, assicurandosi della conformità degli interventi eseguiti alle istruzioni impartite;
  3. cura l’addestramento pratico delle professionalità di livello inferiore, sia in corsi di qualificazione che durante le lavorazioni;
  4. addetto ad attività comportanti l’uso di apparecchiature di sala radio; cura la registrazione delle comunicazioni ricevute dall’utenza e dalle autorità competenti;

effettua le segnalazioni finalizzate all’organizzazione dei primi interventi, previa informazione ai diretti responsabili, coordinando le risorse necessarie e dandone conseguente informazione all’utenza.

B1 Capo Garage/Officina

Se svolge le funzioni di capo garage:

  1. Organizza l’impiego dei mezzi necessari all’espletamento dei servizi;
  2. riceve, verifica e controlla lo stato d’uso e di conservazione dei mezzi assegnati ad altri soggetti e ne programma gli interventi manutentori ordinari;
  3. coordina i turni di servizio e di utilizzazione del personale addetto alla conduzione di automezzi ed ai servizi di rimessa.

Se svolge le funzioni di capo officina:

  1. controlla i consumi e l’usura dei mezzi, gestisce il materiale assegnato, pianifica l’approvvigionamento di parti di ricambio, provvede alle prescritte registrazioni e propone la dismissione dei mezzi e la loro alienazione;
  2. tramite il personale di officina attende alla manutenzione ed alla riparazione dei mezzi;
  3. propone altresì le commesse delle riparazioni da eseguire tramite terzi e ne controlla la regolarità.

B1 Operatore Amministrativo

  1. Svolge attività istruttoria per atti amministrativo contabili in base a procedure e direttive definite. Organizza e gestisce l’archivio coordinando i lavoratori assegnati;
  2. svolge attività di video-scrittura anche con l’uso di apparecchiature informatiche;
  3. sulla base di specifiche direttive, immette i dati nel sistema con procedure interattive, interpreta i messaggi di risposta e gestisce operazioni di ricerca delle informazioni o trattamento testi, con conseguente verifica dei prodotti;
  4. può essere applicato a sistemi centralizzati ovvero distribuiti sul territorio;
  5. addetto ad attività comportanti l’uso di apparecchiature di sala radio; cura la registrazione delle comunicazioni ricevute dall’utenza e dalle autorità competenti;
  6. effettua le segnalazioni finalizzate all’organizzazione dei primi interventi, previa informazione ai diretti responsabili, coordinando le risorse necessarie e dandone conseguente informazione all’utenza.

B1 Operatore di sala macchine

  1. Predispone le macchine del sistema, secondo le necessità delle operazioni da eseguire, seguendo le direttive e le procedure prefissate;
  2. compie interventi di manutenzione ordinaria a carattere semplice;
  3. collabora con l’operatore di consolle per garantire l’impiego più corretto dei supporti di input e di output e la protezione degli archivi dei dati;
  4. può essere applicato sia a sistemi centralizzati che a sistemi distribuiti sul territorio.
  5. Coadiuva in relazione alla propria professionalità nelle attività dell’intera unità produttiva.

B1 Operatore di laboratorio

  1. Nell’ambito della propria specializzazione esegue le prove sui materiali e le operazioni prescritte, osservando le procedure fissate, le metodiche stabilite ed utilizzando i materiali selezionati per i vari tipi di intervento;
  2. è tenuto a controllare il funzionamento degli strumenti, delle apparecchiature e delle macchine in uso nel laboratorio, nonché a verificare la scadenza, lo stato d’uso e di conservazione dei materiali;
  3. effettua le registrazioni prescritte.

B1 Capo Cantoniere

  1. Coordina le attività della squadra manutentoria o di pronto intervento cui è preposto attenendosi per la esecuzione dei lavori alle disposizioni ricevute;
  2. sorveglia la tratta di competenza con l’automezzo della Società per constatare lo stato della strada e delle sue pertinenze; interviene, anche a mezzo del personale dipendente, in tutti i casi di riscontrato pericolo per la circolazione, provvedendo all’ apposizione dei cartelli stradali in dotazione;
  3. collabora alla ricognizione periodica delle opere d’arte sulla base dei piani elaborati dai responsabili;
  4. collabora direttamente nelle attività con i componenti la squadra;
  5. comunica periodicamente all’assistente di nucleo gli interventi eseguiti con le indicazioni delle zone di intervento e segnala tempestivamente, ogni anomalia riscontrata;
  6. collabora, se delegato, all’esecuzione di indagini, rilievi, misurazioni, sopralluoghi ed accertamenti tecnici;
  7. assolve ai servizi di polizia stradale secondo le norme vigenti.

B1 Assistente ai lavori

  1. Sorveglia l’esecuzione delle lavorazioni di ordinaria manutenzione alle quali è direttamente ed occasionalmente preposto, interviene personalmente, anche in corso d’opera, sulla base della normativa e delle direttive ricevute;
  2. collabora nelle indagini, rilievi, misurazioni, rappresentazioni grafiche, sopralluoghi ed accertamenti tecnici nell’ambito del nucleo di manutenzione;
  3. collabora con le professionalità superiori alla progettazione ed al collaudo di opere;
  4. collabora con le professionalità superiori alla tenuta della documentazione prescritta relativa all’esecuzione di particolari lavorazioni;
  5. espleta la propria attività nell’ambito del cantiere relativo al nucleo di manutenzione di appartenenza.

B1 Addetto Sala Operativa

  1. Svolge le proprie attività in collaborazione con le professionalità superiori;
  2. svolge il servizio di infomobilità interfacciandosi con l’utenza esterna e distribuendo i flussi informativi in entrata, verso il personale della Società, o verso l’esterno secondo le direttive e gli indirizzi aziendali;
  3. effettua la raccolta delle informazioni e dei dati relativi al traffico/incidenti/interventi, agli impianti ed alle condizioni climatiche, provvedendo alla registrazione delle segnalazioni/informazioni ricevute anche mediante l’utilizzo dei sistemi tecnologici in dotazione;
  4. fornisce all’Assistente di Sala Operativa i dati, anche aggregati, sul traffico/incidenti/interventi avvenuti;
  5. supporta l’Assistente Sala Operativa nelle attività di pronto intervento, nell’ambito delle procedure predefinite, fornendo tutte le informazioni disponibili.

Posizione organizzativa ed economica B

Secondo l’art. 94 del contratto collettivo Anas, sono ricomprese alla posizione organizzativa ed economica B le Attività, con responsabilità circoscritte ma dirette, che richiedono preparazione professionale adeguata all’assolvimento di compiti di media difficoltà di tipo istruttorio o di supporto, sulla base di direttive di carattere generale. Possibilità di coordinamento di gruppi di risorse umane”.

All’interno della posizione organizzativa ed economica B abbiamo:

B Assistente di Nucleo

  1. Sulla base di procedure e direttive fornitegli dal capo nucleo, assicura il controllo della tratta di competenza, attraverso il coordinamento delle squadre nell’espletamento del servizio di sorveglianza e manutenzione; effettua periodicamente il controllo delle opere d’arte e degli impianti tecnologici presenti nel territorio di sua competenza;
  2. segnala al capo nucleo tutte le situazioni che possano determinare, direttamente o indirettamente, danni al patrimonio o all’utenza stradale;
  3. collabora nella misurazione e sorveglianza dei lavori eseguiti su disposizione del capo nucleo;
  4. tiene contatti con gli uffici tecnici degli enti territoriali e con le forze di polizia giudiziaria;
  5. segnala le violazioni in materia di smaltimento dei rifiuti agli organi competenti;
  6. relaziona con gli uffici tecnici locali, gli enti territoriali e le forze di polizia che intervengono nella tratta di competenza;
  7. assolve ai compiti di polizia stradale secondo le norme vigenti;
  8. espleta la propria attività nell’ambito del nucleo o parte di esso.

B Assistente amministrativo – Contabile

  1. Svolge, in base alla propria professionalità specifica, nell’ambito di direttive, attività istruttoria e di revisione di pratiche o provvedimenti relativi all’attività del settore di applicazione, senza valutazioni discrezionali, provvedendo alla predisposizione della connessa documentazione e corrispondenza;
  2. rilascia copie, estratti o certificati nell’ambito delle prescrizioni, normative e delle disposizioni ricevute dal responsabile dell’unità organizzativa;
  3. guida l’attività di professionalità di livello inferiore e firma atti e documenti previsti da procedure determinate;
  4. svolge mansioni di segretario e resocontista in Commissioni e gruppi di lavoro;
  5. collabora nelle attività di gestione economiche e patrimoniali dell’unità produttiva di appartenenza con responsabilità della tenuta delle relative scritture;
  6. nello svolgimento dei propri compiti utilizza anche strumenti informatici.

B Assistente tecnico

  1. Svolge le proprie attività in collaborazione con le professionalità superiori;
  2. collabora alla redazione di progetti e preventivi di spesa, attraverso l’esplicazione di misure, stima, rilevamenti topografici, catastali, richiesti dal settore di competenza;
  3. svolge attività di supporto nella progettazione;
  4. effettua in collaborazione con le professionalità superiori, sopralluoghi per rapporti instaurati ed instaurandi con Enti o privati cittadini;
  5. collabora alle operazioni di controllo o revisione tecnico-contabile;
  6. se assolve alle funzioni di Ispettore di cantiere, svolge le mansioni previste dalla normativa vigente in materia.

B Consollista / Programmatore

  1. Dotato di professionalità specifica che, in condizioni di autonomia, cura la realizzazione di programmi funzionali predisponendo tutti i controlli necessari al fine di garantire l’esatta esecuzione degli stessi; esamina i diagrammi a blocchi delle procedure, prepara i diagrammi a blocchi dei programmi da realizzare e codifica i programmi stessi utilizzando i linguaggi macchina a disposizione avvalendosi delle tecniche in uso;
  2. utilizza gli strumenti informatici per eseguire le procedure in esercizio, effettuando i lavori secondo il programma di carico ed applicando le istruzioni operative; può essere applicato, secondo le esigenze logistiche, a sistemi centralizzati o distribuiti sul territorio.

B Assistente di laboratorio

  1. Dotato di specifica professionalità relativa al settore di applicazione che, nell’ambito delle norme generali e delle istruzioni ricevute, assicura la messa a punto degli strumenti e delle apparecchiature necessarie all’esecuzione delle operazioni connesse e conseguenti alle prove di laboratorio e alle analisi;
  2. esamina i campioni pervenuti o prelevati in sito, ne giudica l’idoneità alle specifiche analisi e controlla che i reperti siano conservati con le modalità e le condizioni da ciascun tipo richieste. Concorre a determinare i fabbisogni dei materiali e mezzi tecnici per l’esecuzione delle prove;
  3. organizza l’attività degli addetti di livello inferiore e assiste le professionalità superiori nel corso delle analisi;
  4. utilizza apparecchiature anche di tipo complesso.

Assistente Sala Operativa

  1. Svolge le proprie attività in collaborazione con le professionalità superiori;
  2. verifica le attività di raccolta e gestione delle informazioni relative al traffico, predisponendo, ove necessario, i relativi comunicati;
  3. distribuisce i flussi informativi “in entrata” verso il personale della Società nonché verso l’esterno;
  4. supporta i centri di manutenzione nel monitoraggio della viabilità e dello stato di manutenzione della rete stradale di competenza attraverso l’infrastruttura tecnologica;
  5. garantisce il funzionamento degli impianti di telecontrollo e di telegestione attivando le risorse interne e/o esterne, anche attraverso il monitoraggio delle apparecchiature in dotazione della Sala Operativa;
  6. collabora con il Responsabile di Sala alla attivazione del pronto intervento comunicando con le squadre di soccorso e con gli organi istituzionali;
  7. assicura l’aggiornamento dei pannelli a messaggio variabile;
  8. supporta il Responsabile Sala Operativa nell’analisi dei dati climatici;
  9. supporta il Responsabile Sala Operativa nell’acquisizione delle informazioni necessarie per il rilascio del parere del nulla osta tecnico relativo al transito di trasporti eccezionali;
  10. predispone le statistiche periodiche sul traffico e sull’incidentalità;
  11. assicura la gestione ordinaria delle apparecchiature in dotazione alla Sala Operativa.

CCNL Anas: Declaratoria area quadri

L’ultima area funzionale prevista dalla classificazione del personale assunto con contratto collettivo Anas è l’area quadri, prevista all’art.95 del CCNL.

Secondo l’art.95 “Rientrano nell’area quadri i dipendenti con:

  1. compiti di studio, consulenza, programmazione, sperimentazione, ricerca, analisi ed applicazione di metodologie innovative;
  2. funzioni direttive o che svolgono funzioni specialistiche equivalenti per importanza, responsabilità e competenza;
  3. compiti di istruzione e predisposizione diretta di atti o procedure su materie di significativa complessità;
  4. responsabilità economiche rilevanti connesse alla realizzazione di significativi programmi della Società, che comportano l’assunzione di decisioni, con un ampio grado di autonomia i cui risultati sono misurati periodicamente a consuntivo;
  5. funzioni che prevedono anche la gestione di rapporti aventi rilevanza esterna;
  6. conoscenza ed esperienza pluriennale maturata anche in posizioni appartenenti ad aree inferiori;
  7. eventuale guida, controllo e organizzazione delle attività di un significativo gruppo di risorse umane”. 

Fanno parte dell’area quadri diversi profili che corrispondono a diverse posizioni organizzative ed economiche.

Posizione organizzativa ed economica A1

Secondo la declaratoria del contratto collettivo Anas, si tratta di:

  1. Attività espletate attraverso conoscenze professionali e tecnico – specialistiche medio alte, con responsabilità diretta e autonomia decisionale in compiti complessi e altamente variabili, sulla base di direttive generali;
  2. attività che possono prevedere il coordinamento ed il controllo di significativi gruppi di risorse umane e l’esecuzione diretta di prestazioni particolarmente qualificate anche di tipo istruttorio;
  3. sostituzione, con assunzione delle relative responsabilità, del dirigente in caso di sua assenza o impedimento temporaneo”.

A1 Coordinatore Amministrativo

  1. Svolge attività istruttoria direttamente o coordinando l’attività di un gruppo di lavoro e impiegati di professionalità inferiore predisponendo provvedimenti ed atti riservati al settore di competenza, nell’ambito di procedure o direttive di massima;
  2. istruisce, predispone, redige e sottoscrive atti e provvedimenti attribuiti alla sua competenza specifica da istruzioni generali;
  3. è preposto ad una unità organica del settore amministrativo;
  4. collabora all’attività di studio e di ricerca, svolgendo anche attività didattica e concorre direttamente alla formulazione di piani di intervento o di programmazione dell’ufficio;
  5. collabora all’attività ispettiva, svolgendo in occasione di ispezioni anche attività di consulenza specifica;
  6. nell’ambito della specifica competenza partecipa ad organi collegiali e/o svolge attività di segretario in comitati, commissioni con piena autonomia organizzativa; nonché attività di verifica e riscontro per operazioni di ispezione e collaudo;
  7. svolge attività certificativa nell’ambito di disposizioni di carattere generale;
  8. sottoscrive, su delega, atti e contratti.

A1 Coordinatore contabile

  1. Istruisce, predispone, redige e sottoscrive atti e provvedimenti attribuiti alla sua competenza specifica direttamente o coordinando l’attività di un gruppo di lavoro e impiegati di professionalità inferiore, nell’ambito delle procedure e delle direttive;
  2. collabora alla predisposizione del bilancio della Società in riferimento al proprio settore di competenza;
  3. svolge mansioni di consegnatario od economo con responsabilità delle scritture;
  4. è preposto ad una unità organica del settore contabile;
  5. collabora all’attività di ispezione, verifica, revisione e controllo finalizzata all’accertamento della corretta applicazione della normativa vigente in materia contabile  nonché del regolare svolgimento delle operazioni contabili ovvero svolge attività di consulenza specifica in occasione di ispezione;
  6. nell’ambito della specifica competenza o sulla base di istruzioni partecipa ad organi collegiali, a comitati e commissioni;
  7. svolge attività certificativa nell’ambito di disposizioni di carattere generale, provvede alla autenticazione di documenti e firme;
  8. svolge attività didattica;
  9. agisce con autonomia rapportata al grado di responsabilità nell’espletamento dei compiti assegnatigli e nella formulazione dei programmi di lavoro nonché nella conseguente organizzazione dell’unità organica eventualmente affidatagli.

A1 Analista

  1. Effettua l’analisi tecnica delle procedure di automazione e collabora alla formulazione del piano di analisi del proprio settore;
  2. analizza e definisce la suddivisione delle procedure affidategli, cercando le possibili soluzioni sotto l’aspetto tecnico e proponendo i relativi programmi da realizzare fornendo la documentazione necessaria;
  3. descrive le funzioni dei diversi programmi preparando anche diagrammi a blocchi sintetici;
  4. prefigura la struttura hardware necessaria e collabora alla definizione nei dettagli delle risorse e al conseguimento degli obiettivi prefissati;
  5. propone eventuali modifiche alla struttura stessa nei casi in cui questa risultasse non in linea con i progetti in corso di studio;
  6. in funzione della struttura hardware disponibile gestisce il software applicativo ai quali apporta le opportune modifiche;
  7. provvede a compilare la documentazione necessaria;
  8. determina i tempi di esecuzione della prova e scadenza gli impegni del progetto;
  9. coordina la preparazione della documentazione della procedura analizzata;
  10. verifica i risultati ed i costi dell’attività dell’unità organica del settore cui è preposto;
  11. svolge attività didattica;
  12. è applicato a sistemi centralizzati ovvero distribuiti nel territorio.

A1 Coordinatore informatico

  1. Gestisce il centro elaborazione e comunicazione dati ovvero uno o più settori nei quali è ripartito sia il sistema centrale che quello periferico, assicurando l’appropriato impiego dei mezzi ed il rispetto delle procedure approvate, segnalando al responsabile inconvenienti e difetti e proponendo eventuali modifiche;
  2. partecipa alla pianificazione delle nuove attività di automazione e controlla tutte le nuove elaborazioni accertando che siano conformi agli standard ed alle risorse disponibili;
  3. pianifica, guida e controlla l’uso delle apparecchiature del sistema di elaborazione, delle attrezzature per la trasmissioni dei dati e delle macchine sussidiarie;
  4. propone l’installazione di nuove macchine e la sostituzione di quelle in dotazione al fine di migliorare tecnicamente ed economicamente le prestazioni del centro, assumendo le iniziative necessarie ad eliminare situazione anomale;
  5. pianifica, coordina e controlla le attività del personale sistemistico, operativo e di supporto a lui sottoposto in relazione ai tempi richiesti per il rispetto delle priorità stabilite per le singole elaborazioni;
  6. partecipa alla formulazione dei programmi di formazione, aggiornamento e specializzazione del personale addetto al sistema informativo, relativamente alla parte di propria competenza;
  7. controlla le procedure operative, il piano per assicurare il rispetto delle date di esecuzione lavori ed effettua le registrazioni relative.

A1 Tecnico di laboratorio

  1. Nell’ambito di norme generali e di procedure tecniche di selezione che regolano le attività del centro sperimentale di Cesano e dei laboratori periferici della Società effettua, quale responsabile di unità organica cui eventualmente sia preposto, le prestazioni proprie della professionalità posseduta;
  2. effettua in collaborazione con altre e superiori professionalità – ovvero direttamente se prescritto – sulla base di norme generali le analisi e le prove sui materiali di costruzione stradale;
  3. coordina l’attività del personale addetto all’unità operativa di cui è responsabile, impartisce al personale stesso le istruzioni necessarie alla esecuzione delle analisi e delle prove in conformità alle indicazioni delle norme e limitatamente all’assolvimento di compiti determinati, coordina con responsabilità funzionale gruppi di lavoro per analisi e prove specifiche sui materiali;
  4. esegue su indicazione di professionalità superiori, in collaborazione di pari ed inferiori professionalità, prove particolari su apparecchiature complesse;
  5. collabora in gruppi di ricerca alla sperimentazione e allo studio di nuovi materiali applicati alle costruzioni stradali;
  6. elabora i risultati delle prove e predispone il certificato ufficiale curandone tutti gli aspetti numerici, grafici ed amministrativi ed avallandolo con la firma;
  7. valuta, congiuntamente alle professionalità di livello superiore, i risultati delle prove che richiedono una corretta interpretazione, particolari conoscenze teoriche e notevole esperienza di laboratorio;
  8. concorre a determinare i fabbisogni in materiali e mezzi tecnici, necessari per le analisi e le prove, partecipando nell’ambito delle proprie attribuzioni ai procedimenti prescritti per la loro acquisizione.
  9. cura l’aggiornamento delle nuove attrezzature e le nuove prove di laboratorio, e provvede a trasmettere periodiche informazioni e comunicazioni;
  10. svolge attività di insegnamento teorico-pratico in corsi di formazione professionale per il personale. Rappresenta la Società in organi collegiali, commissioni e consigli.

A1 Tecnico specializzato

  1. Svolge, con autonomia funzionale ed organizzativa e nei limiti delle risorse umane, finanziarie e strumentali assegnati, attività di direzione e di coordinamento del nucleo di manutenzione;
  2. impartisce istruzioni e vigila sulle attività del personale addetto al nucleo circa le disposizioni date e i provvedimenti adottati, intese a garantire la regolarità del servizio di manutenzione e della circolazione e la tutela del patrimonio stradale;
  3. svolge con autonomia funzionale ed organizzativa e nei limiti delle risorse umane, finanziarie e strumentali assegnate, attività di direzione e di coordinamento del proprio reparto specialistico, in relazione allo specifico indirizzo professionale;
  4. visita con la frequenza ritenuta necessaria i tronchi stradali facenti parte del nucleo, eseguendo ispezioni ai manufatti stradali, agli edifici, ai depositi rientranti nell’ambito del nucleo, adottando i necessari provvedimenti dei quali informerà tempestivamente il Responsabile della Manutenzione;
  5. esegue i rilievi di carattere generale tecnico ed il lavoro di ufficio per la compilazione di progetti, perizie ed atti relativi ai tonchi stradali in gestione;
  6. effettua i controlli e le misurazioni relativi ai lavori, ai materiali impiegati ed ai mezzi utilizzati, redigendo i documenti contabili di sua competenza prescritti dalle vigenti norme per la direzione, contabilità e collaudo delle opere dello Stato e nel rispetto delle leggi, regolamenti e procedure della Società;
  7. coadiuva il Responsabile della Manutenzione nella redazione di progetti e perizie afferenti le strade affidate al nucleo;
  8. contesta le contravvenzioni alle leggi od ai regolamenti, in materia di circolazione stradale e di tutela delle strade ed aree pubbliche, redigendo i relativi verbali;
  9. verifica le segnalazioni del personale dipendente, predisponendo o proponendo gli interventi necessari;
  10. effettua gli interventi manutentori o di gestione per le strade e loro pertinenze, ritenuti necessari, redigendo le perizie, anche per i settori tecnici specifici, dei lavori in tutte le parti di competenza;
  11. coordina ed eventualmente, se necessario, esegue sopralluoghi per rapporti instaurati od instaurandi con Enti o privati cittadini, sia che si tratti di rispetto e tutela del patrimonio della Società sia che si tratti di acquisizione di beni mediante esproprio;
  12. nel Servizio “nuove costruzioni”, adotta tutti i provvedimenti di competenza informando tempestivamente il Responsabile superiore;
  13. esegue attività di progettazione e di direzione lavori ai fini dell’accertamento della regolare esecuzione in base alle norme e regolamenti vigenti, nonché alle istruzioni impartite dalle professionalità superiori; é addetto, direttamente o coordinando altre professionalità inferiori e, in relazione alla professionalità posseduta, al controllo e verifica di progetti, perizie, elaborati revisionali e riserve e cura l’istruttoria delle gare anomale;
  14. coordina le attività tecnico-progettuali della funzione e di elaborazione grafica della qualifica del livello immediatamente inferiore, coordina le attività di stime, misurazioni e rilevamenti topografici;
  15. collabora con il direttore dei lavori nel verificare che lavorazioni da realizzare siano eseguite regolarmente e nell'osservanza delle clausole contrattuali;
  16. in qualità di direttore operativo e su affidamento del direttore dei lavori espleta, fra gli altri, i compiti previsti dalle vigente normativa in materia di lavori pubblici.
  17. è addetto al collaudo di lavori, opere e forniture, nei limiti delle norme che disciplinano l’esercizio della libera professione di geometra e di quella relativa alla specializzazione posseduta. Assiste i collaudatori nell'espletamento delle operazioni di collaudo;
  18. se assolve ai compiti di coordinatore della progettazione dei piani di sicurezza risponde agli obblighi previsti dalle attuali disposizioni di legge e s.m.i. e verifica che i piani di sicurezza rispondono agli obblighi previsti dal D.Lgs. 81/2008;
  19. quando svolge le funzioni di coordinatore per l’esecuzione dei lavori, si applicano la normativa vigente in materia e s.m.i.
  20. collabora con le professionalità superiori all’attività di alta sorveglianza di opere eseguite per conto della Società da Enti concessionari o Contraenti Generali.

A1 Tecnico professionale

  1. Svolge la propria attività, con autonomia funzionale ed organizzativa e nei limiti delle risorse umane, finanziarie e strumentali assegnati, negli uffici tecnici, sul campo e nei laboratori di sperimentazione e ricerca della Società e nell’ufficio di progettazione;
  2. ha la direzione dei lavori di nuove opere secondo la normativa vigente;
  3. quando svolge i compiti di Direttore dei lavori, cura che i lavori cui è preposto siano eseguiti a regola d’arte ed in conformità al progetto e al contratto;
  4. è responsabile del coordinamento e della supervisione dell'attività di tutto l'ufficio di direzione dei lavori, ed interloquisce in via esclusiva con l’appaltatore in merito agli aspetti tecnici ed economici del contratto;
  5. è responsabile dell'accettazione dei materiali, sulla base anche del controllo quantitativo e qualitativo degli accertamenti ufficiali delle caratteristiche meccaniche di questi;
  6. verifica periodicamente il possesso e la regolarità da parte dell'appaltatore della documentazione prevista dalle leggi vigenti in materia di obblighi nei confronti dei dipendenti;
  7. cura la costante verifica di validità del programma di manutenzione, dei manuali d'uso e dei manuali di manutenzione, modificandone e aggiornandone i contenuti a lavori ultimati;
  8. effettua gli accertamenti in ordine alle condizioni di stabilità dei ponti e manufatti stradali, con proposta al Responsabile dell’Ufficio tecnico dei provvedimenti occorrenti per il ripristino dei manufatti stessi;
  9. svolge attività di indagini, ricerche e rilevamenti geologici, geotecnici e geofisici di campagna e di fotointerpretazione per le carte geologiche e tecniche del territorio nazionale;
  10. svolge la direzione dei lavori nell’ambito delle indagini geologiche e geofisiche relative alla prospezione ed alla interpretazione dei dati. In collaborazione con altre figure professionali esegue indagini geotecniche in attuazione di piani e progetti attribuiti alla competenza della Società;
  11. redige le relazioni geologiche e geofisiche e collabora alla redazione di relazioni geotecniche a corredo di progetti e perizie di opere stradali e di edilizia;
  12. collabora alla predisposizione di piani di indagini geologiche e geofisiche necessarie per la progettazione e realizzazione di opere sul territorio;
  13. collabora alla progettazione, alla direzione lavori, al collaudo e al controllo delle opere di sistemazione di aree archeologiche vincolate e non, pianificazione territoriale, tutela ambientale e culturale del territorio, infrastrutture edilizie, nel rispetto dei vincoli di carattere paesaggistico e urbanistico;
  14. svolge attività di studio, ricerca, analisi, elaborazione dati, progettazione e consulenza, anche per i settori tecnici specifici;
  15. intrattiene, su delega dell’organo superiore, rapporti con le Autorità interessate alle attività dell’unità operativa con il fine di gestire e coordinare i servizi necessari per il buon funzionamento degli stessi, in relazione alle esigenze tecniche e tecnologiche ed a quelle inerenti alle forniture di materiali, mezzi meccanici ed attrezzature speciali;
  16. coordina unità operative complesse, in ambito sperimentale e di laboratorio con valutazione tecnico-scientifica dei risultati di ricerca;
  17. svolge prove di analisi ed accertamenti circa la natura chimica dei prodotti secondo le competenze professionali stabilite per legge;
  18. valuta sul piano tecnico ed emana pareri, provvedimenti ed atti nell’ambito della propria competenza specifica;
  19. svolge attività di consulenza e rappresentanza per la Società in organi collegiali, commissioni, comitati e consigli, nonché per congressi e convegni in Italia e all’estero;
  20. svolge attività di verifica e di riscontro, nel rispetto di leggi e regolamenti sui lavori pubblici, per operazioni di ispezioni e collaudo delle opere;
  21. se assolve ai compiti di coordinatore della progettazione dei piani di sicurezza, risponde agli obblighi dettati dalle disposizioni vigenti in materia e s.m.i. e verifica che i piani di sicurezza rispondano agli obblighi previsti dalla legge;
  22. quando svolge le funzioni di coordinatore per l’esecuzione dei lavori si applicano le disposizioni di legge vigenti in materia.

A1 Esperto della prevenzione

  1. Collabora in modo specialistico e qualificato nelle attività preordinate all’applicazione delle norme di prevenzione degli infortuni, incendio, igiene e medicina del lavoro, nonché a quelle relative alla protezione ambientale;
  2. nella sua attività, può richiedere di avvalersi di tecnici professionali, sia di organismi pubblici, sia interni alla Società;
  3. collabora alla formulazione di proposte rivolte al miglioramento dell’organizzazione del lavoro, in relazione alla salute e sicurezza del lavoro, nell’ambito della più ampia attività di ricerca e progettazione procedurale per l’applicazione integrale delle normative in materia;
  4. interviene, su richiesta dei superiori, nelle fasi di controllo di attuazione delle misure di sicurezza adottate nei vari settori di attività della Società;
  5. svolge attività di ricerca, studio e, dopo specifica formazione, didattica;
  6. partecipa ad organismi collegiali interni o esterni, convegni e commissioni anche in rappresentanza della Società;
  7. utilizza, per la sua attività, anche strumenti informatici che prevedono operazioni di archiviazione di tipo statistico e di gestione di dati.

A1 Coordinatore legale

  1. Collabora nella consulenza giuridica alle strutture centrali e periferiche, in ordine alla attività istituzionale della Società;
  2. collabora con gli uffici centrali e periferici alla predisposizione di atti e provvedimenti;
  3. partecipa alla stesura dei pareri legali su richiesta della sede Centrale e degli Uffici periferici della Società;
  4. collabora alla difesa della Società nelle controversie dinanzi alle Autorità giudiziarie;
  5. espleta funzioni di segretario di comitati, organi collegiali e commissioni;
  6. agisce nell’ambito delle direttive e delle procedure predeterminate.

Posizione organizzativa ed economica A

Secondo la declaratoria del CCNL Anas, rientrano nella posizione organizzativa ed economica A le seguenti funzioni ed attività:

  • attività di alta professionalità, con responsabilità diretta e sottoposta a verifica dei risultati; richiedente rilevanti capacità di tipo specialistico o acquisite attraverso maturata esperienza lavorativa;
  • funzioni rivolte alla gestione di complesse unità operative, sulla base di indicazioni di massima; attività gestionali aventi anche rilevanza esterna; prestazioni di carattere consulenziale;
  • sostituzione, con assunzione delle relative responsabilità, del dirigente in caso di sua assenza o impedimento temporaneo.

A Responsabile Amministrativo / Contabile

  1. Agisce con autonomia diretta, salve le prerogative dei dirigenti, nell’ambito di disposizioni generali, per tutto ciò che concerne l’esercizio delle proprie funzioni e per la conseguente utilizzazione funzionale del personale assegnatogli;
  2. collabora direttamente all’attività di direzione espletata dal dirigente;
  3. dirige uffici di particolare rilevanza o di notevole complessità non riservati a qualifiche dirigenziali; coordina e promuove l’attività di più unità a rilevanza anche esterna, con l’emanazione di programmi di settore, direttive ed istruzioni specifiche volte alla individuazione degli obiettivi qualitativi, quantitativi e temporali da conseguire;
  4. predispone ed emana atti e provvedimenti amministrativi/contabili;
  5. assicura la regolare e tempestiva attuazione delle operazioni amministrative e di contabilità generale ed industriale di competenza delle strutture centrali e periferiche della Società e delle relative registrazioni, nel rispetto delle norme tributarie, legali, assicurative e delle politiche e procedure della Società;
  6. assicura, con altre professionalità, la formulazione dei piani operativi e del budget definiti, l’elaborazione dei dati consuntivi e l’evidenziazione degli scostamenti;
  7. è responsabile delle informazioni relative alla stesura dei documenti ufficiali amministrativi/contabili, nonché alla stesura di analisi statistiche, previsionali e consuntive;
  8. coordina una struttura organizzativa anche a rilevanza esterna, ovvero coordina gruppi operativi di studio, ricerca, sperimentazione, vigilanza ed intervento, anche intersettoriali, finalizzati al conseguimento di obiettivi generali prefissati al miglioramento dei risultati nelle materie della salute, sicurezza ed igiene del lavoro, della protezione ambientale e della protezione civile;
  9. effettua, anche con l’ausilio di tecnici specializzati e su disposizione, verifiche finalizzate ad accertare la rispondenza alla norma, al rapporto lavoro/salute e in materia ambientale;
  10. esegue direttamente, se in possesso della relativa professionalità, visite, esami e rilievi per l’effettuazione di indagini nelle materie non riservate ai tecnici degli organismi pubblici preposti, anche con l’utilizzo di apparecchiature specializzate;
  11. cura la tenuta e l’aggiornamento della normativa giuridica e tecnica da applicare anche ai fini della programmazione della formazione e dell’aggiornamento del personale in materia di salute e sicurezza del lavoro;
  12. coordina e promuove la preparazione di programmi e progetti relativi all’intero servizio contabile, verificandone l’attuazione e partecipando alle necessarie valutazioni periodiche dei risultati;
  13. cura la gestione di capitoli di bilancio nonché dei servizi contabili relativi all’amministrazione dei beni demaniali e patrimoniali di appartenenza o comunque in uso alla Società;
  14. nell’ambito di indirizzi di massima concernenti l’amministrazione, la programmazione, la pianificazione, la gestione del bilancio, provvede in esecuzione di atti efficaci, alla liquidazione delle spese, dei rimborsi e dei trattamenti economici fissi, nonché all’assegnazione dei fondi;
  15. nell’esercizio delle funzioni inerenti la contabilità industriale, sovrintende, assumendone le relative responsabilità, alla raccolta dei dati e dei documenti riguardanti tutti gli elementi di costo delle lavorazioni e relativa classificazione ed imputazione a ciascuna delle medesime; alla compilazione e resa della contabilità industriale dei lavori  e dei servizi, al fine del riscontro tecnico-contabile, nonché alla compilazione di prospetti concernenti l’attività della Società;
  16. è direttamente responsabile degli atti a rilevanza esterna, cui provvede autonomamente, del conseguimento degli obiettivi assegnatigli, della complessità, regolarità e tempestività degli adempimenti istruttori, nonché della regolarità ed esattezza degli atti e provvedimenti sottoposti alla firma dei dirigenti;
  17. assicura l’attuazione delle procedure di pianificazione delle attività e del controllo di gestione nelle fasi di individuazione degli obiettivi, la collaborazione dei piani e la verifica del loro stato di attuazione;
  18. svolge attività ispettive, anche sulla gestione di progetti obiettivi e di attività programmate, in funzione del conseguimento dei risultati e verifica degli stessi;
  19. adotta provvedimenti volti a migliorare l’organizzazione del lavoro, valuta le proposte di modifiche delle procedure, proponendo, altresì, procedure alternative e/o il ricorso a nuove o diverse tecnologie per il lavoro d’ufficio;
  20. in relazione agli adempimenti connessi alla contrattazione decentrata, sulla base di obiettivi prefissati e delle direttive del dirigente, fornisce il necessario supporto tecnico per la definizione degli incrementi di produttività, di efficienza e di efficacia dei servizi;
  21. cura la formazione e l’aggiornamento professionale del personale addetto alla struttura organica, cui sia eventualmente preposto, e svolge attività didattica altamente qualificata;
  22. partecipa ad organi collegiali in rappresentanza della Società, cura le relazioni esterne e i rapporti istituzionali con gli Enti territoriali e la stipula di accordi di programmi nell’ambito di norme e disposizioni di carattere generale;
  23. espleta funzioni di segretario di comitati, commissioni con autonomia organizzativa rispetto alle attività di supporto;
  24. sottoscrive, su delega, atti, provvedimenti e contratti.

A Responsabile informatico

  1. Definisce le macroanalisi delle procedure e dei sistemi complessi, in funzione delle strutture dei sistemi complessivi e delle reti di comunicazione;
  2. analizza e controlla le caratteristiche dei sistemi complessivi hardware e software di reti di comunicazione;
  3. concorre alla organizzazione e pianificazione per la realizzazione di progetti complessi ed in articolazione in più settori;
  4. provvede al coordinamento di differenziate professionalità che concorrono all’automazione ed ai progetti di singoli settori;
  5. esplica attività di collaborazione con il dirigente;
  6. programma, verifica e segnala eventuali carenze adottando o proponendo le soluzioni di funzionalità;
  7. è tenuto a partecipare periodicamente a corsi di aggiornamento; rappresenta, su delega, la Società in convegni e congressi;
  8. è responsabile delle attività relative alla rete dati, sia centrale che periferica.

A Responsabile di laboratorio

  1. Svolge la propria attività, in modo prevalente nel Centro Sperimentale di Cesano, nei laboratori di analisi, sperimentazione e di ricerca;
  2. dirige e coordina gruppi operativi formati da personale delle qualifiche professionali inferiori;
  3. concorre, per la parte di competenza, alla realizzazione di programmi generali, ovvero, nell’ambito di tali programmi, imposta e realizza progetti di fattibilità specifici attribuiti al laboratorio al quale è preposto, ovvero esegue analisi e sperimentazioni connesse anche alla ricerca;
  4. istruisce, predispone, redige e sottoscrive gli atti relativi alla propria professionalità, collabora e partecipa sia alla redazione che alla connessa attività tecnica di laboratorio degli atti di competenza;
  5. svolge attività di studi e ricerca di nuove metodiche e tecniche di analisi e di prova, sia personalmente nell’ambito dei programmi della Società che partecipando ai lavori di gruppi specifici di studio, ricerca e sperimentazione. Valuta, modifica e sceglie, sulla base dell’avanzamento della dottrina e della sperimentazione relative al settore di applicazione, materiali, strumentazioni, applicazioni e norme tecniche, sia in rapporto all’impostazione di progetti ed alla loro attuazione e verifica sia in rapporto alle caratteristiche tecniche ed alle prestazioni dei materiali;
  6. imposta lo studio ovvero sviluppa, sulla base di direttive di massima, anche in collaborazione con altre professionalità, progetti di particolare complessità per articolazione o dimensione o per interdisciplinarietà;
  7. concorre, anche con altre professionalità, alla determinazione delle caratteristiche tecniche delle forniture richieste dalla Società ed alla valutazione della relativa documentazione di supporto;
  8. effettua interventi in proprio e in collaborazione con altre professionalità differenziate, anche per l’espletamento di perizie giudiziali per conto ed in rappresentanza della Società;
  9. svolge attività di consulenza e di collaborazione con gli uffici periferici della Società per i problemi relativi ai nuovi materiali stradali e alle nuove applicazioni del materiale tradizionale;
  10. propone al dirigente del Centro l’adozione di metodi specifici, nuovi ed aggiornati, sulle analisi della qualità dei materiali relativi alle costruzioni stradali;
  11. collabora alla determinazione del fabbisogno dei materiali e mezzi tecnici, partecipando, nell’ambito delle proprie attribuzioni, ai procedimenti prescritti per la loro acquisizione, pianificandone nel medesimo ambito l’impiego anche sulla base di studi di fattibilità, che prevedano verifiche di tipo tecnico ed operativo;
  12. collabora alle fasi di esecuzione di progetti, verificandone la rispondenza alle prescrizioni ed agli obiettivi;
  13. redige rapporti e relazioni relativi agli studi intrapresi ed ai risultati conseguiti;
  14. effettua corsi di formazione e aggiornamento professionale al personale della Società;
  15. partecipa a commissioni di collaudo.

A Responsabile tecnico e nuove costruzioni

  1. Svolge i compiti e le funzioni del Responsabile del Procedimento nell'ambito delle Nuove Costruzioni;
  2. ha la direzione e il coordinamento, con autonomia funzionale ed organizzativa e nei limiti delle risorse umane, finanziarie e strumentali assegnati, di unità organiche complesse comportanti responsabilità ed autonomia nella trattazione delle pratiche affidate;
  3. dirige e coordina l’ufficio di progettazione;
  4. coordina le attività di verifica dei progetti secondo le disposizioni e le procedure del Sistema interno di controllo qualità ai sensi dell'art. 19 della Legge 109/94 e successive modificazioni ed integrazioni;
  5. ha la direzione e il coordinamento dei lavori di nuove costruzioni, richiedenti specifica preparazione professionale o rilevanti contenuti specialistici, ovvero provata esperienza;
  6. quando svolge i compiti di Direttore dei lavori cura che i lavori cui è preposto siano eseguiti a regola d’arte ed in conformità al progetto e al contratto.
  7. se assolve ai compiti di coordinatore della progettazione dei piani di sicurezza risponde agli obblighi previsti dalla legge e s.m.i. e verifica che i piani di sicurezza rispondano agli obblighi previsti dalle disposizioni vigenti in materia di sicurezza;
  8. quando svolge le funzioni di coordinatore per l’esecuzione dei lavori si applicano le disposizioni di legge in materia e s.m.i.
  9. quale Responsabile della Qualità svolge attività di supporto al Responsabile del Procedimento ed all'Ufficio Direzione Lavori, in modo da assicurare che il funzionamento della Stazione appaltante sia conforme ai livelli di qualità richiesti all'appaltatore, coordinando i servizi affidati a soggetti esterni qualificati;
  10. ha la titolarità di posizioni organizzative e/o funzionali tra la struttura dirigenziale e il restante personale;
  11. verifica le segnalazioni in ordine alle condizioni di stabilità delle opere d’arte, effettua gli accertamenti e individua gli interventi ritenuti necessari e propone al dirigente dell’Area Tecnica i provvedimenti occorrenti per il ripristino dei manufatti stessi;
  12. predispone piani relativi alla specifica attività dell’unità operativa cui è preposto; ha compiti di studio e ricerca in merito alle conoscenze delle tecniche più avanzate riferite alla progettazione, alla conduzione dei lavori, alle analisi, ai mezzi e alle attrezzature necessarie allo svolgimento del lavoro di competenza del settore delle nuove costruzioni;
  13. intrattiene rapporti con le autorità interessate alle attività dell’unità operativa, con il fine di programmare, gestire e coordinare tutti i servizi necessari, in relazione alle esigenze tecniche e tecnologiche ed a quelle inerenti alle forniture di materiali, mezzi meccanici ed attrezzature speciali;
  14. predispone piani di indagini geologiche e geofisiche necessarie per la progettazione e realizzazione di opere sul territorio, servendosi e collaborando con specifiche figure professionali di pari livello; ha attività di studio indagine e progettazione nell’ambito di piani settoriali e generali d’intervento, riguardanti la sistemazione del territorio nelle aree interessate delle strade di competenza, al fine di evitare il verificarsi di guasti e  dissesti in conseguenza delle opere da realizzare, ovvero in relazione ad eventi naturali;
  15. ha la direzione dei lavori delle relative indagini. Redige relazioni geotecniche, anche a corredo di progetti e perizie di opere da realizzare;
  16. redige perizie e progetti, anche complessi, ricadenti nel territorio di competenza. Cura la direzione dei lavori, su designazione del dirigente, di opere particolarmente complesse, anche fuori dal territorio di competenza;
  17. coordina unità operative complesse in ambito sperimentale e di laboratorio con valutazione tecnico-scientifica dei risultati di ricerca;
  18. svolge e coordina l’attività di alta sorveglianza di opere eseguite per conto della Società da enti concessionari. Partecipa, su delega, alla Conferenza dei Servizi prevista dalla normativa vigente;
  19. svolge attività di studio, programmazione dei lavori, ricerca, analisi, elaborazione dati, progettazione, consulenza e direzione dei lavori afferenti all’unità operativa sottoposta, anche per i settore tecnici specifici;
  20. svolge attività di pianificazione e di definizione delle procedure di meccanizzazione;
  21. svolge azione di coordinamento, controllo e verifica delle attività di programmazione;
  22. svolge attività di gestione dei centri di elaborazione e, previa formulazione dei piani gestionali, svolge attività di comunicazione e gestione degli stessi;
  23. svolge attività di consulenza e rappresentanza per la Società in organi collegiali, comitati, commissioni e consigli, nonché per congressi e convegni in Italia e all’estero;
  24. svolge attività di verifica e di riscontro nel rispetto di leggi e regolamenti sui lavori pubblici per operazioni di ispezione e collaudo delle opere. Valuta sul piano tecnico ed emana pareri, provvedimenti ed atti, nell’ambito della propria competenza specifica ovvero delle attribuzioni proprie del settore al quale è preposto. Effettua corsi di formazione e aggiornamento professionale al personale della Società.

A Responsabile manutenzione

  1. Svolge i compiti e le funzioni del Responsabile del Procedimento nell'ambito dei lavori di ordinaria manutenzione ricadenti nel Centro di Manutenzione;
  2. svolge, con autonomia funzionale e organizzativa e nei limiti delle risorse umane, finanziarie e strumentali assegnati, attività di direzione e coordinamento di più nuclei di manutenzione con verifica dei risultati e costi dell’attività svolta;
  3. provvede alla impostazione dei programmi di intervento sulla base delle direttive generali ricevute e delle proposte dei capi nucleo, dando attuazione ai programmi anzidetti dopo l’approvazione del dirigente l’ufficio periferico;
  4. coordina, direttamente o attraverso personale preposto, le squadre di emergenza e di pronto intervento;
  5. impartisce le istruzioni affinché i servizi affidati alla propria competenza territoriale siano compiuti con tempestività, nel rispetto delle disposizioni vigenti e delle direttive della Società;
  6. verifica i rapporti dei capi nucleo in ordine alle condizioni di stabilità dei manufatti stradali, effettua gli accertamenti e dispone gli interventi ritenuti necessari e propone  agli organi superiori i provvedimenti necessari per il riassetto definitivo dei manufatti stessi;
  7. cura la direzione e il coordinamento dei lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria richiedenti specifica ed approfondita esperienza tecnico-progettuale, nei limiti consentiti dalla propria qualificazione di geometra;
  8. svolge attività di coordinamento progettuale, nonché di valutazione delle proposte di modifica dell’organizzazione del lavoro delle unità sottoposte;
  9. partecipa, su delega, alla Conferenza dei Servizi prevista dalla normativa vigente;
  10. coordina e dirige più reparti tecnici;
  11. svolge attività di verifica e di riscontro nel rispetto di leggi e regolamenti sui lavori pubblici per operazioni di ispezione e collaudo delle opere;
  12. svolge attività di controllo, anche sulla gestione di progetti-obiettivo e di attività programmata, in funzione del conseguimento dei risultati e di verifica degli stessi;
  13. formula proposte di direttive ed istruzione specifiche, volte alla individuazione degli obiettivi qualitativi, quantitativi e temporali da conseguire nell’ambito dell’unità di competenza;
  14. svolge attività di formazione e aggiornamento professionale del personale addetto all’unità organica nel settore di sua competenza;
  15. svolge opera di collaborazione e consulenza con le strutture periferiche della Società per ciò che attiene a nuove tecniche ed a nuovi materiali costruttivi;
  16. predispone, anche in collaborazione con professionalità differenziate, studi di fattibilità, verifica e formulazione della normativa tecnica del settore, ai fini della omologazione e del collaudo di materiali, opere, strumenti, apparecchiature e mezzi della Società;
  17. quando svolge i compiti di Direttore dei lavori cura che i lavori cui è preposto siano eseguiti a regola d’arte ed in conformità al progetto e al contratto;
  18. se assolve ai compiti di coordinatore della progettazione dei piani di sicurezza risponde agli obblighi previsti dalle disposizioni vigenti in materia e s.m.i. e verifica che i piani di sicurezza rispondano agli obblighi previsti dalla legge;
  19. quando svolge le funzioni di coordinatore per l’esecuzione dei lavori si applicano le disposizioni di legge in materia e s.m.i.

A Responsabile legale

  1. Garantisce la consulenza giuridica alle strutture centrali e periferiche in ordine alla attività istituzionale della Società;
  2. formula pareri legali su richiesta della sede Centrale e degli Uffici periferici della Società;
  3. assiste gli uffici centrali e periferici nell’impostazione e predisposizione di contratti, convenzioni, transazioni e gare;
  4. garantisce la difesa della Società, gestendone le controversie dinanzi a tutte le Autorità giudiziarie, in ogni fase, ordine e grado;
  5. cura le relazioni con le Autorità giudiziarie in collaborazione con gli uffici interessati;
  6. coordina l’attività del personale addetto all’unita operativa di cui è responsabile e impartisce al personale stesso le istruzioni necessarie;
  7. partecipa ad organi collegiali in rappresentanza della Società. Espleta funzioni di segretario di comitati e commissioni con autonomia organizzativa rispetto alle attività di supporto;
  8. agisce con autonomia diretta nell’ambito di direttive e procedure.

Responsabili sala operativa

  1. è Responsabile della gestione delle Sale Operative Compartimentali;
  2. gestisce le risorse della Sala Operativa Compartimentale organizzando i turni e supervisionando le relative attività;
  3. supervisiona le attività di raccolta, gestione e diffusione delle informazioni relative al traffico ed alle condizioni del piano viabile provenienti dall’interno (sorveglianti, utenti, videocamere, sensori) e dall’esterno (utenti, partner istituzionali quali Prefettura, Polizia, Vigili del Fuoco ecc.);
  4. supervisiona il monitoraggio della situazione viabilità;
  5. effettua il monitoraggio degli impianti di telecontrollo e di telegestione attivando le risorse interne e/o esterne;
  6. partecipa alla definizione delle procedure operative da seguire in caso di sinistri;
  7. partecipa alla definizione, in caso di emergenze, delle priorità di intervento supportando il Capo Centro nel coordinamento delle squadre (interne ed esterne) al fine di garantire tempestività degli interventi e ridurre i rischi di intralci alla circolazione causati da incidenti e/o eventi naturali;
  8. garantisce l’aggiornamento, in tempo reale, dei pannelli a messaggio variabile;
  9. analizza i dati raccolti inerenti la sicurezza stradale, le condizioni climatiche collaborando nella definizione dei piani di emergenza in caso di codici di preallarme;
  10. fornisce pareri relativi all’attività istruttoria finalizzata al rilascio del Nulla Osta tecnici per il transito di trasporti eccezionali;
  11. garantisce la predisposizione delle statistiche periodiche sul traffico e sull’incidentalità;
  12. partecipa periodicamente a corsi di aggiornamento in materia di gestione delle Emergenze e Protezione Civile; rappresenta, su delega, la Società in organi collegiali, commissioni e consigli nonché congressi e convegni;
  13. verifica l’applicazione delle procedure di gestione inerenti lo svolgimento del servizio di Soccorso Meccanico.

Se incaricato della responsabilità della Sala Operativa Nazionale (SON) svolge anche le seguenti mansioni:

  1. assicurare supporto per la gestione delle emergenze attraverso l’ascolto continuo e l’immediata possibilità di mobilitazione delle rete organizzativa;
  2. assicurare la gestione dei rapporti con gli organi di polizia stradale e soccorso;
  3. assicurare la proposta di corsi ed altri interventi di formazione ed aggiornamento per il personale di Sala Operativa, nazionale e compartimentale;
  4. contribuire alla gestione delle attività del Sistema di Coordinamento delle Emergenze, gestisce le attività necessarie al corretto funzionamento delle procedure, in coordinamento con le sale operative compartimentali.
CCNL Cooperative sociali: livelli, mansioni e retribuzione
CCNL Cooperative sociali: livelli, mansioni e retribuzione
CCNL Logistica e trasporti livelli, mansioni e stipendio: come orientarsi
CCNL Logistica e trasporti livelli, mansioni e stipendio: come orientarsi
CCNL telecomunicazioni: livelli e mansioni, come orientarsi
CCNL telecomunicazioni: livelli e mansioni, come orientarsi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni