31 Agosto 2021
14:14

Permessi per lutto nel CCNL Trasporti e Logistica

I permessi per lutto nel CCNL Trasporti, Logistica e Spedizione sono pari a 3 giorni di permesso retribuito all’anno, elevabili a quattro giorni se a seguito dell’evento luttuoso il lavoratore debba intraprendere viaggi fuori della provincia in cui abita. I permessi per lutto sono concessi per la morte del coniuge anche se legalmente separato, del convivente more uxorio, di parenti entro il II° grado (genitori, nonni, fratelli), di persone anche non familiari conviventi purché la convivenza sia attestata da certificazione anagrafica del lavoratore. Vediamo nel dettaglio.
A cura di Antonio Barbato

I permessi per lutto nel CCNL Trasporti e Logistica sono disciplinati dall’articolo 20 – assenze, permessi e congedo matrimoniale del contratto collettivo del settore della logistica, trasporto e spedizione.

Si tratta di una delle assenze retributive tutelate dalla legge. Il lavoratore ha diritto ad almeno 3 giorni lavorativi all’anno di permesso retribuito a causa di decesso.

I giorni retribuiti per l’evento luttuoso diventano quattro se a seguito dell'evento luttuoso il lavoratore debba intraprendere viaggi fuori della provincia in cui abita.

I permessi per lutto sono disciplinati dalla normativa nazionale, la legge n. 54 del 2020 e dal regolamento di attuazione D.M. 21.07.2000 n. 278). Queste normative prevedono che la lavoratrice ed il lavoratore hanno diritto ad un permesso retribuito di tre giorni lavorativi all'anno in caso di decesso o di documentata grave infermità del coniuge o di un parente entro il secondo grado o del convivente, purché la stabile convivenza con il lavoratore o la lavoratrice risulti da certificazione anagrafica.

I permessi retribuiti per lutto sono disciplinati però, per ogni settore, dal contratto collettivo, che deve attenersi alla normativa nazionale.

Il CCNL Trasporti e Logistica all’articolo 20 disciplina tutti i casi di assenza, permessi e congedo matrimoniale.

Il comma 1 dell’art. 20 del CCNL prevede che tutte “Le assenze debbono essere tempestivamente giustificate all'azienda”.

I permessi per lutto nel CCNL Trasporti e Logistica sono previsti al comma 4 dell’art. 20:

“4. Le aziende concederanno un permesso retribuito a causa di decesso:

– del coniuge anche se legalmente separato;

– del convivente more uxorio;

– di parenti entro il II° grado (genitori, nonni, fratelli);

– di persone anche non familiari conviventi purché la convivenza sia attestata da certificazione anagrafica del lavoratore.

Tali permessi saranno fruiti nella misura minima di 3 giorni lavorativi all'anno ovvero 4 nel caso che a seguito dell'evento luttuoso il lavoratore debba intraprendere viaggi fuori della provincia in cui abita”.

Per quali familiari spettano i permessi per lutto nel CCNL Trasporti e Logistica. Il contratto collettivo individua quindi per quali familiari il lavoratore ha diritto ai permessi retribuiti per lutto.

Al lavoratore dipendente del settore Trasporti, logistica e spedizione, spettano fino a 3 giorni di permesso retributivo per lutto (elevabili a 4 giorni) in caso di decesso dei seguenti parenti di primo grado:

  • Figli e genitori (linea retta).

E per i seguenti parenti di secondo grado:

  • Fratelli e sorelle;
  • linea collaterale: sorella, padre, sorella.
  • Nipoti e nonni; linea retta: nipote, padre, nonno.

Non sono invece concessi giorni di permesso per lutto per i seguenti parenti di terzo grado: Nipote e zio; linea collaterale: nipote, padre, nonno; Bisnipote e bisnonno; linea retta: bisnipote, padre, nonno, bisnonno (che non si conta).

E’ altresì concesso il permesso per lutto quando si tratta di persone anche non familiari conviventi purché la convivenza sia attestata da certificazione anagrafica del lavoratore.

Adempimenti del lavoratore. Per il diritto ai permessi per lutto di almeno tre giorni retribuiti all’anno, il lavoratore deve tempestivamente comunicare all’azienda l’assenza giustificata da lavoro per lutto.

Per la richiesta dei permessi retribuiti per lutto nel settore Trasporti e Logistica deve indicare all’azienda se si tratta di del decesso del coniuge anche se legalmente separato o del convivente more uxorio o di parenti entro il II° grado (genitori, nonni, fratelli). Oppure se si tratta di persone anche non familiari conviventi occorre l’attestazione tramite certificazione anagrafica del lavoratore.

Per il diritto al quarto giorno retribuito all’anno, il lavoratore deve dimostrare all’azienda la necessità di intraprendere viaggi fuori della provincia in cui abita per l’evento luttuoso.

Per i giorni di permesso per lutto, il lavoratore ha diritto alla normale retribuzione spettante secondo contratto di lavoro. L’azienda può esonerare lo stesso dagli adempimenti comunicativi oppure concedere allo stesso lavoratore un numero di giorni di permesso per lutto superiori a quanto previsto dal CCNL Trasporti, Logistica e spedizione.

Ferie nel CCNL Trasporti e Logistica
Ferie nel CCNL Trasporti e Logistica
Periodo di prova CCNL Trasporti e Logistica: da uno a sei mesi
Periodo di prova CCNL Trasporti e Logistica: da uno a sei mesi
Scatti di anzianità CCNL Trasporti e Logistica
Scatti di anzianità CCNL Trasporti e Logistica
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni