17 Dicembre 2021
14:53

Tredicesima mensilità nel contratto Trasporti, Logistica e Spedizione

La tredicesima mensilità nel CCNL Trasporti, Logistica e Spedizione va erogata il 16 dicembre ed è pari alla retribuzione globale mensile del mese di novembre, includendo il minimo tabellare, eventuali scatti di anzianità, superminimo, EDR ma escludendo le indennità di cassa, traporti, alta montagna, alloggio al personale e rimborsi spese. Vediamo tutte le informazioni sulla tredicesima nel contratto del settore Trasporto e spedizione merci – Confetra, anche in caso di cassa integrazione.
A cura di Antonio Barbato

La tredicesima mensilità nel contratto Trasporti, logistica e spedizione è disciplinata dall’articolo 18 del CCNL per il settore Trasporto e spedizione merci – Confetra. Il lavoratore ha diritto al pagamento della tredicesima il giorno 16 dicembre di ogni anno, calcolata sulla retribuzione globale mensile del mese di novembre, tenendo conto della maturazione dei ratei di tredicesima in base alla durata del rapporto di lavoro durante l'anno.

L’articolo 18 del CCNL Trasporti, Logistica e Spedizione che disciplina la tredicesima mensilità in busta paga, si compone di tre commi ed è il seguente:

“1. L'azienda corrisponderà una tredicesima mensilità pari alla retribuzione globale mensile del lavoratore del mese di novembre, determinata in base alle voci previste dagli articoli 61 e 73 del presente C.C.N.L.. La corresponsione di tale mensilità avverrà normalmente il 16 dicembre.

2. Nel caso di inizio o di cessazione del rapporto durante il corso dell'anno, il lavoratore avrà diritto a tanti dodicesimi dell'ammontare della tredicesima mensilità per quanti sono i mesi di servizio prestato anche nel caso di cessazione del contratto a termine o di mancato superamento del periodo di prova. Le frazioni di mese non superiori ai 15 giorni non saranno calcolate mentre saranno considerate come mese intero se superiori a 15 giorni.

3. La tredicesima mensilità va computata agli effetti del T.F.R. e della indennità sostitutiva di Preavviso”.

Approfondiamo gli aspetti relativi al calcolo della tredicesima mensilità per il settore.

Tredicesima calcolata seguendo la busta paga di novembre

La prima cosa da sapere è che la tredicesima mensilità nel contratto trasporti, logistica e spedizione è calcolata prendendo a riferimento la retribuzione globale mensile di novembre, ossia lo stipendio di novembre.

Il parametro è quindi l’ultima mensilità di retribuzione precedente a quella di dicembre e questo incide anche sul calcolo della tredicesima mensilità nei casi in cui il lavoratore ha avuto un aumento stipendiale durante l’anno, anche per effetto del rinnovo del contratto collettivo.

Se tale aumento è intervenuto a novembre o nei mesi precedenti, incide sul calcolo della tredicesima, che spetterà secondo la retribuzione globale mensile maggiorata per effetto dell'aumento stipendiale.

 

Calcolo tredicesima nel CCNL Trasporti, logistica e spedizione

Il contratto collettivo stabilisce che la retribuzione di riferimento è quella di novembre, ma indica anche come calcolare la retribuzione globale mensile del lavoratore.

Ed il parametro di riferimento sono gli articoli 61 e 73 del CCNL Trasporti, Logistica e Spedizione.

Voci stipendio comprese nella tredicesima

L’articolo 61 riguarda il calcolo della Retribuzione globale mensile. Ai fini del calcolo delle tredicesima vediamo quali sono le parti dell’art. 61 che interessano. La Retribuzione globale mensile è composta da:

1) minimo tabellare, come da allegato, in relazione al livello spettante;

2) eventuali aumenti periodici di anzianità;

3) eventuali altri aumenti comunque denominati;

4) premi di operosità, ove spettanti, previsti dagli accordi integrativi di cui all’art. 45 del C.C.N.L. 1.3.1991 (con le eventuali esclusioni, agli effetti di particolari istituti contrattuali, previste dagli accordi stessi);

5) erogazioni previste dagli accordi di secondo livello di cui all'art. 38 del presente C.C.N.L. (con le eventuali esclusioni, agli effetti di particolari istituti contrattuali, previste dagli accordi stessi);

6) eventuale terzo elemento;

7) eventuale indennità di mensa nella località ove esiste;

8) indennità di funzione per i quadri;

9) elemento distinto della retribuzione per i lavoratori in servizio alla data del 26 gennaio 2011.

Indennità escluse dalla tredicesima

Il comma 2 dell’art. 61 stabilisce, inoltre, l’esclusione di alcune indennità nel calcolo della Retribuzione Globale mensile, con la conseguenza che esse sono escluse dal calcolo della tredicesima:

“2. Non fanno parte della retribuzione le indennità di cui agli:

  • 15 (Indennità di cassa e maneggio denaro),
  • 28 (Indennità di uso mezzo di trasporto, indennità zona malarica, indennità di alta montagna, indennità di lontananza dai centri abitati, alloggio al personale);
  • e 62 (rimborso spese e indennità equivalenti) e qualunque altra avente, come quelle, carattere di indennizzo e non retributivo; per il rimborso spese si richiamano le norme dell'art. 62”.

Il comma 3 fornisce dei parametri di calcolo della retribuzione giornaliera ed oraria, utili anche per il calcolo della tredicesima, nel caso in cui venga determinato il rateo orario o giornaliero della stessa: “3. La retribuzione giornaliera del personale si ottiene dividendo la retribuzione mensile per 22. La retribuzione oraria si ottiene dividendo la retribuzione mensile per 168”.

Lo stesso principio di calcolo è richiamato dall’articolo 73 che riguarda sempre la retribuzione ma con un focus sulla corresponsione ed i divisori. Nell’art. 73 viene ribadito che “La quota oraria di retribuzione è fissata nella misura di 1/168 mentre quella giornaliera è fissata nella misura di 1/26”.

Ai fini del calcolo della tredicesima mensilità, quindi, il lavoratore ha diritto alla retribuzione globale mensile, in particolare quella di novembre, ma avendo cura di considerare gli elementi fissi e continuativi della retribuzione (generalmente indicati nella parte alta del cedolino), quali sono appunto il minimo tabellare o stipendio minimo, gli aumenti periodici di anzianità o scatti di anzianità, gli eventuali superminimi, terzi elementi, ecc. ma escludendo le indennità sopra descritte come escluse dalla retribuzione globale.

Il calcolo della tredicesima può essere espresso in busta paga in ore, in quel caso al lavoratore presente in azienda tutto l’anno, spetteranno 168 ore erogate.

Calcolo tredicesima in caso di inizio o cessazione del rapporto

Il calcolo della tredicesima può essere espresso in busta paga in ore, in quel caso al lavoratore presente in azienda tutto l’anno, spetteranno 168 ore erogate.

Se il rapporto di lavoro è durato meno di 365 giorni dell’anno solare, per inizio o cessazione del rapporto di lavoro durante l’anno, scatta il calcolo secondo il comma 2 dell’art. 18 del CCNL Trasporti, Logistica e Spedizione, che prevede che “Nel caso di inizio o di cessazione del rapporto durante il corso dell'anno, il lavoratore avrà diritto a tanti dodicesimi dell'ammontare della tredicesima mensilità per quanti sono i mesi di servizio prestato anche nel caso di cessazione del contratto a termine o di mancato superamento del periodo di prova.

Le frazioni di mese non superiori ai 15 giorni non saranno calcolate mentre saranno considerate come mese intero se superiori a 15 giorni”.

Per fare un esempio, il lavoratore assunto il 20 gennaio, avrà diritto ad 11/12 della tredicesima, mentre l’assunto il 6 gennaio, avrà diritto alla tredicesima in misura piena.

Calcolo tredicesima con cassa integrazione

Se il lavoratore del settore trasporti, logistica e spedizione è stato collocato in cassa integrazione, il calcolo della tredicesima va effettuato in base alle varie casistiche, tra l'integrazione salariale a zero ore e quella con orario ridotto (quindi con alcune ore lavorate durante la giornata, la settimana o il mese).

Per tutti i mesi in cui il lavoratore è stato in cassa integrazione a zero ore lavorate, la tredicesima erogata dal datore di lavoro non matura, per assenza di prestazione di lavoro.

Il lavoratore in questione percepisce l'integrazione salariale dall'Inps. L'importo percepito a titolo di cassa integrazione è comprensivo del rateo di tredicesima. Di regola il calcolo della cassa integrazione è pari all'80% della retribuzione, comprensiva del rateo di tredicesima. Ma il lavoratore può aver percepito un importo minore, per la presenza dei massimali per la liquidazione della CIG, che vanifica l'effettivo incasso del rateo di tredicesima.

Per tutti i mesi e periodi in cui il lavoratore è stato in cassa integrazione con orario ridotto, il calcolo della tredicesima si sdoppia. C'è una quota erogata dal datore di lavoro ed una compresa nell'integrazione salariale erogata dall'Inps.

La quota di tredicesima datoriale corrisponde alle ore effettivamente prestate o comunque riferite ad eventuali assenze tutelate.

Per calcolare la quota di tredicesima erogata dal datore di lavoro, è possibile far riferimento alle ore lavorabili nell'anno e rapportare le ore effettivamente lavorate con le ore lavorabili nell'anno, sulla base del calendario.

Tredicesima CCNL Trasporti, Logistica e Spedizione erogata il 16 dicembre

Il comma 1 dell’articolo 18 del contratto del settore trasporti, logistica e spedizione indica una data precisa di corresponsione della tredicesima mensilità, che deve essere "normalmente" erogata il 16 dicembre.

Questo vuol dire che il contratto collettivo chiede alle aziende di erogare, nella normalità, la mensilità aggiuntiva il giorno 16 dicembre o precedentemente, evitando di andare oltre quella data.

Tredicesima e TFR lavoratori trasporti, logistica e spedizione

Un ulteriore passaggio del CCNL prevede che “La tredicesima mensilità va computata agli effetti del T.F.R. e della indennità sostitutiva di Preavviso”.

Quindi sulla tredicesima spetta il TFR, ossia la tredicesima va ad aumentare la quota annuale di trattamento di fine rapporto maturata dal lavoratore.

Periodo di prova CCNL Trasporti e Logistica: da uno a sei mesi
Periodo di prova CCNL Trasporti e Logistica: da uno a sei mesi
Ferie nel CCNL Trasporti e Logistica
Ferie nel CCNL Trasporti e Logistica
Tredicesima nel contratto farmacie private: come funziona
Tredicesima nel contratto farmacie private: come funziona
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni