lavoro poste italiane

Per i suoi 8000 posti di lavoro, Poste Italiane cerca i migliori neolaureati e professionisti d’Italia per inserirli in una realtà in costante evoluzione su diversi mercati.
Il Gruppo Poste Italiane, infatti, è sempre alla ricerca di neolaureati brillanti, desiderosi di entrare in contatto con una realtà in costante espansione, ma anche di professionisti con un’importante esperienza alle spalle. Tutto questo avviene proprio perché si tratta di una realtà molto dinamica, che presta da sempre attenzione ai percorsi interni di crescita valorizzando, al meglio, il proprio organico.
Nel piano previsionale di recruiting 2015-2020, sarà possibile lavorare alle poste nel campo della logistica, dei servizi postali, delle divisioni bancarie e finanziarie. Naturalmente per tutti saranno richieste competenze in campo digitale così da poter cambiare la cultura del gruppo aziendale, per citare l’ad di Poste Italiane S.p.A.
Poste Italiane ha posizioni aperte in tutta Italia e, per la figura di frontend multilingue, cioè del promoter dei prodotti del gruppo, è espressamente richiesta la conoscenza ottimale del cinese, sia scritto che parlato. I contratti iniziali sono d’inserimento e i requisiti richiesti, come si vedrà, sono tutti abbastanza accessibili.
Poste Italiane offrirà uno dei recruiting più importanti degli ultimi tempi sia per coprire personale assente, soprattutto durante i mesi estivi, sia per formare nuove risorse umane con competenze specifiche. Le selezioni si stanno svolgendo in tutta Italia e, addirittura, se si vuole lavorare in Poste Italiane come portalettere basta un diploma. Il resto del programma di assunzioni è rivolto a neolaureati e a figure d’esperienza mentre, invece, ben 7000 dipendenti in servizio saranno riqualificati per l’adeguamento del Gruppo alle nuove tendenze di mercato. Inoltre, grazie alla Corporate Academy, sarà possibile erogare sempre percorsi formativi manageriali mirati volti al miglioramento della realtà produttiva dell’azienda.

SOMMARIO

Lavora con Poste Italiane, è un'opportunità da non perdere!
Come lavorare allo sportello di Poste Italiane
Lavorare in Poste Italiane come portalettere
Come candidarsi alle posizioni aperte di Poste Italiane
Come inviare CV alle Poste Italiane
Poste Italiane : assunzioni e selezione (FAQ)

Lavora con Poste Italiane, è un’opportunità da non perdere!

Nell'area lavora con noi di Poste.it sono spesso presenti annunci come portalettere in diverse regioni d’Italia e, anche come proposta lavorativa temporanea, si tratta di un lavoro molto ambito dai giovani (e non) perché permette di impiegarsi in una mansione concreta, dove non sono richiesti dei requisiti specifici. Molti vogliono lavorare come postino alle Poste Italiane e, infatti, regolarmente, le candidature pervenute in azienda sono tante. Naturalmente solo una percentuale bassa entrerà a far parte del gruppo aziendale o sarà convocata per contratti da tre mesi come portalettere ma bisogna sempre inviare il curriculum alle Poste per entrare nel loro database.
Chi lavora con Poste Italiane sa, però, che non è l’unica posizione ambita e che sono in tanti a voler lavorare, invece, come operatore di sportello, in costante contatto con la clientela, lato front office, gestendo e controllando la cassa relativamente alle operazioni effettuate come prelievi, versamenti, controllo dei conti oppure operazioni di bonifico. Già l’incarico come operatore di sportello è differente perché necessita di maggiore competenza e di tanti accorgimenti, legati soprattutto alla prudenza e al buon senso, per combattere tutti i rischi legati allo svolgimento dell’attività lavorativa.
Il frontend, infine, è una figura molto vicina a quella del promoter e deve promuovere i prodotti del gruppo cercando di ultimare il processo di vendita. Per questo lavoro, Poste Italiane assumerà molte risorse e offrirà contratti a tempo determinato per cui sarà richiesta la conoscenza ottimale di una lingua straniera.

Come lavorare allo sportello di Poste Italiane

Ecco alcune informazioni per capire come lavorare allo sportello di Poste Italiane. L’operatore di sportello, nello svolgere il proprio incarico, deve usare competenza e disciplina adottando gli accorgimenti necessari per evitare operazioni rischiose. Infatti all’operatore di sportello è richiesto sempre buon senso ed è necessario, sempre, che quest’ultimo riesca ad identificare, al meglio, la propria clientela per scongiurare conseguenze terribili. L’operatore deve accertarsi, quindi, sulla persona che effettua una data operazione e che deve rispondere alle gerneralità riportate sui documenti interni. Inoltre deve acquisire sempre la documentazione adeguata per poter permettere una determinata procedura anche in tempi successivi, qualora non siano in possesso delle Poste Italiane.
La gestione della cassa non è complessa : il lavoro allo sportello di Poste Italiane richiede molta attenzione prima dell’apertura della cassa per il conteggio valori e quando cominciano a gestirsi molte pezzature in giacenza. Un trucco è di limitarle allo stretto indispensabile in modo da evitare problemi in caso di furti. Bisogna prestare bene attenzione nel momento in cui si ricevono soldi da clienti e controllare sempre se si tratta di banconote vere, Sono piccole operazioni routinarie da eseguire sempre per evitare di rimetterci soldi di tasca propria. Il personale ricercato deve avere un buon livello di istruzione e deve saper gestire al meglio ogni situazione di stress.

Lavorare in Poste Italiane come portalettere

Poste Italiane vi permetterà di lavorare come portalettere anche a tempo determinato, per conoscere al meglio la posizione e valutare un successivo inserimento all’interno della struttura con tale funzione. Questo ruolo è fondamentale per trasferire un invio postale dal mittente al destinatario, infatti dovrà assicurare ogni giorno che la consegna sia rispettata con precisione e, naturalmente, puntualità. L’addetto alla distribuzione della posta deve garantire la segretezza e l’inviolabilità della corrispondenza facendo rispettare, quindi, uno dei diritti sanciti dalla Costituzione Italiana. Inoltre ha un ruolo di rappresentanza dell’azienda ed è il primo punto di contatto tra il cliente e l’azienda. Nella sezione Lavora Con Noi Poste Italiane richiede ai suoi dipendenti una disponibilità costante verso il cliente, pazienza e un atteggiamento fermo anche se una richiesta potrebbe non essere esaudita. Il recapito postale è composto principalmente da pacchi, raccomandate, documenti e lettere.
Poste Italiane è una delle poche realtà italiane che offre costantemente lavoro, soprattutto tra luglio e agosto. I contratti offerti sono a tempo determinato con uno stipendio di circa 1100 euro. I requisiti per ricoprire questa posizione sono molto semplici : saper condurre il motomezzo aziendale – solitamente è un Piaggio Liberty 125 cc – , un diploma con voto minimo di 70 o laurea con voto minimo di 102, essere patentati. Dovrete procurarvi un certificato medico che attesti la vostra idoneità al lavoro, rilasciato dall’ASL di appartenenza oppure dal medico curante.

Come candidarsi alle posizioni aperte di Poste Italiane

Come già è stato detto nel corso di questo “How to” per alcune sue offerte lavorative Poste Italiane non richiede conoscenze professionali o tecnico-specialistiche. Per le altre posizioni aperte Poste Italiane, invece, indica, all’interno del profilo ricercato, le competenze richieste per poter superare la selezione. Gli inserimenti sono previsti nei centri regionali più importanti. Molto spesso, infatti, per i postini, la città di assegnazione è vicina al proprio domicilio. Per posizioni più specialistiche, sono previste anche sedi di lavoro lontane dalla propria residenza.
Ricordate che, prima di inviare un curriculum vitae, dovrete studiarlo per capire perfettamente la posizione lavorativa più vicina a voi. Spesso, infatti, Poste Italiane è alla ricerca di personale con specifiche competenze per impiegare nuove risorse in posizioni altamente specialistiche, come nel caso del front-end multilingue. Infatti, per le sue posizioni aperte Poste Italiane chiede solo competenze precise in modo da poter garantire un’efficienza massima. Per questo motivo la prima cosa da fare è la scrittura di un curriculum vitae perfetto, e a prova di assunzione, per la posizione che vorrete ricoprire. Solo dopo aver limato al meglio il vostro CV potrete procedere con il suo invio all’ufficio Risorse Umane di Poste Italiane.

Come inviare CV alle Poste Italiane

Inviare un CV alle Poste Italiane è semplicissimo anche se la candidatura potrebbe apparire complessa. In primo luogo dovete andare nella sezione di www.poste.it lavora con noi che troverete nella home page, in basso, sotto “E-recruiting”. Giunti qui dovrete registrarvi, se non avete ancora le credenziali, oppure andare subito in “Posizioni Aperte”, che troverete nella pagina in alto a destra. Inoltre, sempre qui, potrete inserire il vostro CV anche solo per una candidatura spontanea, che sarà valutata per eventuali posizioni lavorative future in linea col vostro profilo.
In “Posizioni aperte” troverete un elenco di tutte le selezioni che Poste sta facendo : Poste Italiane garantisce sempre eterogeneità e non troverete mai, nella sezione “E-recruiting”. una sola posizione proposta. La figura maggiormente richiesta è quella del portalettere ma troverete posizioni aperte nel settore commerciale o come analista.
Cliccate sulla posizione lavorativa – la troverete accanto al codice posizione – e, una volta all’interno, troverete, in alto a destra, il tasto “Candidati”. Dovrete indicare un indirizzo mail valido per cominciare il vero e proprio processo selettivo. Riceverete, sull’indirizzo mail indicato, un messaggio da parte di Shl Italy per fare un test. Per questa prova attitudinale Poste Italiane propone alcuni quiz di logica, di ragionamento sia verbale che numerico. Naturalmente la Shl vi manderà istruzioni precise per lo svolgimento in modo da evitare eventuali errori dovuti a errori di comprensione delle procedure. Dopo aver superato il test online relativo alla vostra posizione di lavoro, Poste Italiane vi chiamerà per un colloquio che terminerà con la guida del motomezzo aziendale.

Poste Italiane : assunzioni e selezione (FAQ)

In cosa consiste la prova guida del motomezzo?

Niente di cui preoccuparsi, dovrete guidare un Liberty 125 con 60 kg di carico e fare il classico slalom da esame di scuola guida. Inoltre dovrete saper mettere un cavalletto e non mostrare incertezze nella guida.

Per il colloquio tecnico Poste Italiane cosa chiede?

Nella sezione di poste.it lavora con noi potrete trovare, spulciando tra i vari documenti, dei riferimenti per sostenere al meglio il colloquio tecnico di lavoro. Ricordate che, in base alla posizione lavorativa per cui vi siete candidati, ci saranno delle domande specifiche. Facciamo un esempio pratico : per lavorare in Poste Italiane come portalettere non serve che voi sappiate a menadito tutti i prodotti postali di investimento ma, per una posizione commerciale, è necessario conoscerli. Naturalmente, per tutte le posizioni lavorative, è obbligatoria la conoscenza, anche minima, della lingua inglese.

Come avviene la convocazione per un colloquio?

Tutti i candidati sono contattati telefonicamente e, in base alla loro disponibilità e all’interesse dimostrato durante il primo contatto telefonico, saranno convocati per il processo selettivo.

In cosa consiste il test di selezione per poste italiane?

Le procedure selettive sono differenti in relazione alla posizione lavorativa richiesta. Per coloro che non hanno esperienze significative e rispondono a una determinata posizione Poste Italiane utilizza test psico-attitudinali, di conoscenza dell’inglese, verifiche di gruppo e colloqui individuali per scegliere il proprio candidato ideale. Se, invece, il candidato ha un curriculum professionale già consolidato, allora Poste Italiane procederà con un’intervista ad hoc per valutare al meglio non solo le sue competenze professionali ma anche le caratteristiche necessarie e la motivazione per ricoprire il ruolo.

Come verrà individuato il candidato ideale?

Al termine delle selezioni, il candidato con il profilo più in linea con la posizione lavorativa cercata sarà contattato per definire un’eventuale inserimento.

Poste Italiane mette sempre una data di scadenza per le sue offerte di lavoro relativamente all’invio dei curriculum. Vi consigliamo di controllare se c’è un termine, all’interno della posizione lavorativa richiesta, per poter partecipare ai procedimenti di selezione in corso.