730 precompilato date tappe 2020

Conoscere del 730 precompilato tutte le scadenze 2020, il percorso di date e tappe è importante, per non sbagliare con la presentazione della dichiarazione dei redditi dell'anno 2020 relativa all'anno d'imposta 2019. Il modello 730 precompilato va presentato entro il 30 settembre 2020, l'emergenza Coronavirus Covid-19 ha modificato il percorso di presentazione della dichiarazione precompilata, spostando la data di scadenza dal 23 luglio al 30 settembre. Quindi dopo l'invio della Certificazione unica (ex CUD) da parte dei sostituti d'imposta, il contribuente dal 5 maggio al 30 settembre 2020 può occuparsi della presentazione del proprio 730 precompilato, con o senza modifiche.

L’Agenzia delle Entrate, dal 5 maggio 2020, mette a disposizione dei contribuenti il 730 precompilato, in un’apposita sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Dal 15 maggio 2020 è possibile: accettare, modificare e inviare la dichiarazione 730 precompilata all'Agenzia delle Entrate direttamente tramite l'applicazione web.

Una volta che il 730 precompilato 2020, redditi anno d'imposta 2019, è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, quindi, il contribuente può modificarlo, integrarlo, rettificarlo qualora i dati in proprio possesso differiscano da quelli caricati direttamente dall’Agenzia delle Entrate oppure se il contribuente ritiene che sia tutto corretto può accettare il modello 730 precompilato senza apportare cambiamenti.

La presentazione può essere effettuata direttamente (in prima persona) oppure tramite sostituto.

Terminata la compilazione o confermati i dati il contribuente può procedere all’invio del 730 precompilato a partire dal 15 maggio 2020 in poi e fino al 30 settembre 2020.

Scadenza 730 precompilato 2020. Il 730 precompilato, infatti, deve essere presentato entro mercoledì 30 settembre 2020.

Vediamo ora nello specifico le tappe, ivi compreso le nuove date rimborsi Irpef e pagamenti.

730 precompilato 2020: la scelta del contribuente

Come detto l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti italiani la dichiarazione dei redditi precompilata sia per chi presenta il modello 730 sia per chi presenta il modello Redditi PF.

I lavoratori dipendenti ed i pensionati interessati all’utilizzo dei modelli precompilati possono accettare il modello 730 così come proposto oppure possono modificarlo/integrarlo prima dell'invio.

I contribuenti interessati al modello Redditi precompilato, invece, possono modificarlo/integrarlo e infine inviarlo all'Agenzia delle Entrate.

I contribuenti comunque non sono obbligati ad utilizzare la dichiarazione dei redditi precompilata. Possono, infatti, presentare il modello 730 2020 o il modello Redditi PF 2020 con le modalità ordinarie.

È importante però sapere che se si decide di avvalersi della dichiarazione precompilata, ci sono apposite date da conoscere e rispettare.

Si riportano di seguito tutte le date da conoscere per poter usufruire della dichiarazione precompilata per il 2020.

730 precompilato tappe mese di maggio 2020

Il mese di maggio è il mese dell'inizio della stagione del 730 precompilato, ossia il mese in cui l'Agenzia delle Entrate e il contribuente iniziano il percorso per la presentazione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Dal 5 maggio 2020: accesso al 730 precompilato

Dal 5 maggio 2020 il contribuente può accedere alla dichiarazione precompilata 2020, quindi al modello 730 precompilato.

Il contribuente che vuole presentare la dichiarazione dei redditi in modalità precompilata, può accedere alla dichiarazione precompilata, disponibile dal 5 maggio, tramite:

  • Spid – il "Sistema Pubblico dell'Identità Digitale" per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione
  • Fisconline – se ha ottenuto pin e password direttamente dall'Agenzia delle Entrate
  • Tutore o Genitore – che presenta la dichiarazione per conto del minore o tutelato
  • Erede – che presenta la dichiarazione per conto della persona deceduta
  • Inps – se ha il pin "dispositivo" dell'Inps.

Una volta effettuato l’accesso alla propria dichiarazione precompilata, il contribuente ha a disposizione sia il modello 730 2020 precompilato che il modello Redditi Persone Fisiche 2020 precompilato.

Se il contribuente è un lavoratore dipendente o pensionato potrà accettare il modello 730 così come proposto oppure modificarlo/integrarlo prima dell'invio. Se, invece, il contribuente preferisce presentale il modello Redditi PF, potrà solo modificarlo/integrarlo e inviarlo.

Dal 14 maggio 2020: accettare, modificare o inviare 730 precompilato

Se dal 5 maggio è possibile accedere, leggere, studiare e progettare la modifica del 730 precompilato, dal 14 maggio è possibile intervenire sul modello e rendere concreta la presentazione del modello 730 precompilato. Effettuato l’accesso e scelto il modello, dal 14 maggio 2020 il contribuente potrà:

  • accettare, modificare e inviare la dichiarazione 730 precompilata all'Agenzia delle Entrate direttamente tramite l'applicazione web;
  • utilizzare la compilazione assistita per gli oneri detraibili e deducibili da indicare nel quadro E;
  • modificare il modello Redditi precompilato.

Dal 19 maggio 2020: invio modello Redditi PF precompilato

Se si è scelto di utilizzare il modello Redditi PF precompilato, l’invio è possibile dal 19 maggio 2020.

Per inviare il tuo Redditi PF Web all'Agenzia delle Entrate il contribuente deve esprimere il consenso al trattamento dei dati sensibili indicati nella dichiarazione attraverso la spunta della casella "Esprimo il consenso al trattamento dei dati sensibili indicati nella dichiarazione".

In caso di invio come utente Fisconline, per l’invio bisognerà inserire il Codice Pin. Se il contribuente è un utente SPID o Inps non sarà necessario inserire il Codice Pin.

Al termine delle operazioni si potrà inviare il modello Redditi PF Web cliccando su "Invia".

Dal 25 maggio 2020: modifica o annullamento 730 precompilato già inviato

L'Agenzia delle Entrate introduce dal 25 maggio un ulteriore possibilità per il contribuente, nel suo percorso a tappe della presentazione del modello 730. Ed è quello della correzione o dell'annullamento del modello 730 precompilato già inviato.

Dal 25 maggio 2020 è possibile inviare il modello:

  • redditi aggiuntivo del 730 presentando il frontespizio e i quadri RM, RT e RW;
  • redditi correttivo per correggere e sostituire il 730 o il modello Redditi già inviato;

Inoltre, sempre dal 25 maggio 2020 in poi è possibile annullare il 730 già inviato e presentare una nuova dichiarazione tramite l'applicazione web. L'annullamento del 730 si può fare solo una volta e fino alla data del 22 giugno.

730 precompilato: tappe del mese di giugno 2020

Nel mese di giugno si entra nel vivo della presentazione della dichiarazione dei redditi ed inizia la fase relativa alle risultanze della dichiarazione precompilata, ossia la fase dei pagamenti Irpef a saldo.

Scadenza 22 giugno 2020: annullamento 730 precompilato

Come detto precedentemente, l’annullamento e l’invio del modello 730 2020 può essere fatto una sola volta, a partire dal 25 maggio 2020. L’ultimo giorno utile per annullare tramite l’applicativo web il 730 precompilato già inviato è il 22 giugno 2020.

Quindi il contribuente ha meno di un mese per annullare il modello 730 precompilato già inviato. Se il contribuente supera tale data, egli potrà solo ricorrere alla presentazione del 730 precompilato rettificativo o del modello 730 precompilato integrativo, con scadenza 26 ottobre 2020.

Scadenza 30 giugno 2020: versamento saldo e primo acconto Irpef

Il modello 730, anche in versione modello 730 precompilato, per la maggior parte dei contribuenti è il momento fiscale dell'anno per ottenere rimborsi Irpef in busta paga, ma vi sono anche contribuenti, soprattutto lavoratori dipendenti, che sono tenuti ad un versamento a saldo Irpef e addizionali a debito (eventuale recupero detrazioni, bonus Renzi, due o più CU o redditi nell'anno, ecc.).

Il 30 giugno 2020 è l’ultimo giorno per il versamento di saldo e primo acconto per i contribuenti che presentano 730 senza sostituto d'imposta o che presentano il modello Redditi persone fisiche.

730 precompilato: le scadenze mese di luglio 2020

Il mese di luglio è tradizionalmente il mese di scadenza del modello 730, ma con l'emergenza Covid-19, il Coronavirus ha spostato in avanti la scadenza del 730 ordinario e precompilato, che non è più il 23 luglio ma il 30 settembre 2020.

Scadenza 30 luglio 2020: versamento saldo e primo acconto con maggiorazione 0,40%

Il 30 luglio e l’ultimo giorno utile per il versamento delle imposte che andavano versate entro il 30 giugno, quindi saldo e primo acconto Irpef.

I versamenti effettuati entro il 30 luglio vanno effettuati, appunto, con la maggiorazione dello 0,40 per cento a titolo di interesse, di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d'imposta o con modello Redditi.

Pertanto chi non ha versato le imposte a debito entro il 30 giugno, può farlo entro il 30 luglio 2020, con la maggiorazione.

730 precompilato: scadenze mese di settembre 2020

Durante il mese di agosto il contribuente può inviare il 730 precompilato, sia accettando la dichiarazione precompilata che effettuando modifiche. Analogo discorso per tutto il mese di settembre.

Scadenza 30 settembre 2020: ultimo giorno invio 730 precompilato

Il 30 settembre è l’ultimo giorno utile per l’invio del 730 precompilato all'Agenzia delle Entrate direttamente tramite l'applicazione web. Quindi l'ultimo momento per il contribuente per l'invio del 730 precompilato. Oltre tale data il contribuente deve scegliere l'invio del modello Redditi PF per ottemperare ai propri obblighi di presentazione della dichiarazione dei redditi.

730 precompilato: scadenze mese di ottobre 2020

Terminata la stagione della presentazione del modello 730 precompilato, nel mese di ottobre è prevista un'opportunità per il contribuente, ma da valutare bene, in termini di versamento e, soprattutto, la scadenza della possibilità di inviare un 730 rettificativo o integrativo.

Scadenza 10 ottobre 2020: comunicazione secondo acconto Irpef

Il 10 ottobre 2020 è l’ultimo giorno utile per comunicare al sostituto d'imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell'Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore.

Può infatti accadere che il contribuente ritenga di dover pagare in misura ridotta il secondo acconto (o unica rata) rispetto a quanto stabilito dal prospetto di liquidazione, oppure di non doverlo pagare proprio. Questa valutazione va fatta di solito quando il contribuente sa di aver sostenuto molte spese detraibili e ritiene che le imposte dovute nell’anno successivo dovrebbero ridursi. Quindi entro il 10 ottobre, il contribuente stesso, presenta richiesta per iscritto al sostituto d’imposta, indicando, sotto la propria responsabilità, l’importo che eventualmente ritiene dovuto.

Scadenza 26 ottobre 2020: termine invio 730 rettificativo o integrativo

Può accedere che dopo aver effettuato l’invio del 730 precompilato, il contribuente si accorge di aver commesso degli errori, oppure di non aver fornito tutti i dati. Vanno presentati quindi il modello 730 rettificativo o il modello 730 integrativo.

Le modalità di integrazione della dichiarazione originaria sono diverse a seconda che le modifiche comportino o meno una situazione a lui più favorevole.

Il 26 ottobre 2020 cade il termine ultimo per presentare, al Caf o professionista abilitato, il 730 integrativo, possibile solo se l'integrazione comporta un maggiore credito, un minor debito o un'imposta invariata.

730 precompilato: scadenze mese di novembre 2020

Novembre è tradizionalmente l'ultimo mese della stagione del 730 precompilato ed anche nel 2020, nell'anno dell'emergenza Coronavirus Covid-19, le ultime tappe sono confermate.

Scadenza del 10 novembre 2020: scadenza 730 integrativo di tipo 2

Il 10 novembre 2020 è l’ultimo giorno utile per la presentazione del 730 integrativo di tipo 2 all'Agenzia delle Entrate direttamente tramite l'applicazione web.

Scadenza del 30 novembre 2020: modello Redditi PF e secondo acconto Irpef

Cade il 30 novembre 2020 l’ultimo giorno utile per:

  • la presentazione del modello Redditi precompilato e per inviare il modello Redditi correttivo del 730;
  • il versamento del secondo o unico acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d'imposta o con modello Redditi.

Con queste due tappe si chiude la stagione del 730 precompilato e la stagione anno 2020 della presentazione della dichiarazione dei redditi 2020 relativa all'anno d'imposta 2019.