finanziamento fondo perduto regione campania

Gli ex percettori di ammortizzatori sociali quali indennità di mobilità ordinaria o in deroga, indennità di disoccupazione ordinaria, Naspi, Aspi e Mini Aspi, rimasti privi di un sostegno al reddito, quindi disoccupati e residenti in Campania, possono ottenere fino a 25 mila euro a fondo perduto dalla Regione Campania partecipando al Bando “Farsi Impresa, Ricomincio da me: intraprendo e lavoro”.

Si tratta di una misura con la quale la Regione Campania e l’Assessore al lavoro Sonia Palmeri, investono nel rilancio di attività di lavoro autonomo o imprenditoriale degli ex percettori di ammortizzatori sociali in Campania, mettendo in dotazione finanziaria 4 milioni di euro, di cui 1,5 milioni di euro riservati alle donne che intendono aprire un’attività in proprio, anche sotto forma societaria.

Si tratta dell’Avviso pubblico per azioni di politica attiva, orientamento e accompagnamento all’autoimprenditorialità pubblicato sul BURC Regione Campania del 15 luglio 2019. L’obiettivo è favorire la ricollocazione di soggetti ex percettori di ammortizzatori sociali, privi di sostegno al reddito, al momento della domanda. Ecco il PDF del bando.

Beneficiari e requisiti

Possono richiedere la sovvenzione individuale di 25 mila euro pro-capite i seguenti soggetti:

  • ex percettori di indennità di mobilità ordinaria o in deroga, il cui trattamento  risulti essere scaduto negli anni dal 2013 al 2017, residenti in tutto il territorio regionale campano;

nonché i soggetti attualmente privi di sostegno al reddito, ex percettori di:

  • Disoccupazione Ordinaria con requisiti normali;
  • ASPI, MINIASPI, NASPI;
  • e Trattamenti di Disoccupazione “edile”(L.223/91 e L.451/94);
  • la cui scadenza del periodo di fruizione sia intervenuta a partire dal 01/01/2012, previa verifica presso il CPI competente per territorio e che alla presentazione dell’istanza di partecipazione all’Avviso risultino privi di occupazione e non titolari di Partita Iva anche se non movimentata.

Pertanto, occorre che il soggetto richiedente sia un ex percettore di ammortizzatori sociali, disoccupato, privo di sostegno al reddito e quindi privo di un lavoro, ivi compreso il non essere titolare di partita IVA. Beneficiano della misura anche coloro che rinunciano alla Naspi.

Qualora il proponente avesse in essere un contratto di lavoro a tempo determinato, è necessario che lo stesso rescinda il contratto al momento della firma dell’atto di impegno.

Sovvenzione di 25 mila euro pro-capite in unica soluzione

L’importo della sovvenzione individuale sarà di Euro 25.000,00 pro-capite.  L’importo della sovvenzione, dopo la valutazione, sarà erogato in una unica soluzione. 

La valutazione finale dei progetti sarà effettuata da Sviluppo Campania, che trasmetterà alla Direzione Generale per l’Istruzione, la Formazione, il Lavoro e le Politiche giovanili un prospetto generale con allegato l’esito dei progetti istruiti. La Direzione adotterà i provvedimenti di concessione della sovvenzione. I provvedimenti di concessione saranno pubblicati sul sito della Regione.  

Iniziative, investimenti e spese ammesse

Il bando consente all’ex percettore di ammortizzatori sociali di costituire una società, anche SRL a socio unico, una cooperativa, oppure aprire una attività di lavoro autonomo individuale. Il tutto entro 30 giorni dal provvedimento di ammissione.

Sono ammessi investimenti in tutti i settori, tranne i settori agricoli, siderurgici e di esportazione.

Gli investimenti ammessi sono relative all'acquisto di attrezzature ed altri beni materiali e immateriali ad utilità pluriennale. I beni e le attrezzature devono essere direttamente collegati al ciclo produttivo, nuovi di fabbrica o usati, a condizione che non siano stati oggetto di precedenti agevolazioni pubbliche e offrano idonee e comprovate garanzie di funzionalità.

Sono ammesse spese di esercizio per il primo anno di attività, quali acquisti di materie prime, semilavorati e prodotti finiti.

Come fare domanda

L’istanza di partecipazione deve essere presentata presso il CPI di competenza del proponente attraverso un modulo di disponibilità allo svolgimento di politica attiva. All’ex percettore di ammortizzatori sociali viene garantito dal Centro per Impiego, anche un servizio di orientamento ed accompagnamento alla progettazione.

Al completamento del progetto di autoimpiego, il proponente invierà la domanda alla casella di posta elettronica ordinaria: autoimprenditorialita@sviluppocampania.it

Ecco il modulo di domanda da presentare.

Criteri di selezione

I servizi descritti saranno garantiti dalla societa in-house della Regione, Sviluppo Campania Spa.

Le domande di accesso al contributo sono istruite da Sviluppo Campania S.p.A. secondo l’ordine cronologico di presentazione e, solo se complete di tutta la documentazione richiesta, sono sottoposte ad un esame di ammissibilità, sulla base dei seguenti criteri di valutazione:  

Per l’accoglimento della domanda sono decisivi la coerenza tra le attività svolte, le competenze ed esperienze professionali con il progetto presentato, così come è importante l’adeguatezza del progetto al mercato di riferimento e la sostenibilità tecnica, economica e finanziaria del progetto presentato.