9 Marzo 2016
10:29

Identità digitale Spid per i cittadini: cos’è, come funziona e come richiederla

Il Governo lancia il Sistema pubblico di identità digitale SPID. Cittadini e imprese avranno un’unica username e password per accedere a tutti i servizi digitali della Pubblica Amministrazione (Agenzia delle Entrate, Inps, Inail, regioni e Comuni): cambiare residenza, pagare le imposte, richiedere e stampare certificati, ecc. Ecco come ottenere l’identità digitale SPID.
A cura di Antonio Barbato

Tutti i cittadini italiani potranno avere una propria identità digitale ed accedere a centinaia di servizi online della Pubblica Amministrazione con un'unica username e password. Si chiama Identità digitale SPID ed è il nuovo Sistema Pubblico di Identità digitale che permette ai cittadini, ma anche alle imprese, di accedere a tutti i servizi dell’Agenzia delle Entrate, l’Inps, le Regioni e i Comuni. Si potrà cambiare residenza online. Si potranno stampare i certificati comunali online, si potranno pagare le imposte e i bolli, accedere a tutti i servizi del Fisco.

Cosa è SPID. In attuazione dell’agenda digitale, dal 15 marzo viene istituito un sistema pubblico per la gestione dell’Identità digitale di cittadini ed imprese. Si chiama SPID ed è un sistema che consente al cittadino, con un codice PIN unico, di accedere a tutti servizi online della Pubblica Amministrazione. Questo sistema digitale si affianca alla carta di identità elettronica e alla carta nazionale dei servizi, che consentiranno analogamente l’accesso agli stessi servizi online. Le identità digitali SPID saranno offerte da InfoCert, Poste Italiane e Tim.

Ck sono tre identità digitali SPID ed ognuna avrà un livello differente di sicurezza:

  • La prima tipologia di identità (livello 1) è semplicemente la dotazione al cittadino richiedente di un nome utente e password con il quale accederà ai servizi informativi;
  • La seconda identità digitale (livello 2) fornisce un codice temporaneo, generato al momento dal fornitore del servizio e inviato all'utente. Questo livello consentità di effettuare delle operazioni;
  • La terza identità digitale (livello 3) richiede un dispositivo di acceso specifico (smart card a pagamento), oltre a nome utente e password. Questa identità verrà usata soprattutto dai professionisti.

Tutti i servizi online del sistema digitale SPID

Vediamo ora a cosa serve il sistema digitale SPID. L’obiettivo è quello di dotare di un'unica username e password cittadini ed imprese in modo da cancellare o ridurre l’attuale sistema digitale italiano che prevede che ogni cittadino abbia diverse password per accedere ai vari servizi della Pubblica Amministrazione, dalla scuola al Fisco, dall’Inps al Comune o alla Regione.

Il sistema digitale SPID consente l’accesso a oltre 600 servizi della Pubblica Amministrazione. Si potrà accedere con SPID, e quindi una unica username e password, ai servizi delle seguenti amministrazioni:

  • l'Agenzia delle Entrate;
  • Inps e Inail;
  • Le regioni d’Italia;
  • E vari comuni d’Italia.

I certificati stampati online con un click. L’obiettivo del Governo con l’istituzione del sistema digitale SPID è quello di consentire ai cittadini di poter richiedere documenti e certificati (si pensi ai certificati medici, le prenotazioni delle visite) direttamente online, stamparli autonomamente, riducendo così sensibilmente tempi e costi del sistema pubblico. Con SPID sarà possibile anche pagare imposte (Imu, Tasi, Tari, ecc.) e bolli. Sarà possibile anche effettuare alcuni adempimenti Inps come pagare i contributi per la Colf o bandate, ma anche riscattare la laurea. Con il sistema digitale Spid sarà possibile cambiare la propria residenza ed iscrivere il bambino all’asilo nido. Con l’adesione dei comuni sarò possibile anche accedere ai servizi comunali.

Spid gratuito per i primi due anni. Il Governo Renzi punta forte su questo sistema di identità digitale unica, infatti è programmata la diffusione entro fine 2016 del sistema SPID a 3 milioni di cittadini, per poi raggiungere 10 milioni di cittadini nel 2017. Il Sistema digitale SPID sarà gratuito per i primi due anni di utilizzo. Resta da capire se poi diverrà a pagamento, ma è ragionevole pensare che resterà gratuito.

Identità digitale SPID alle imprese. L’obiettivo del Governo è anche quello di favorire la digitalizzazione delle imprese italiane. L'azienda, accettando le identità Spid per accedere ai propri servizi online, non dovrà più dotarsi di un proprio sistema sicuro di identificazione e per la gestione dei dati personali degli utenti. L’obiettivo è quello di favorire lo sviluppo digitale delle aziende private. Spid mira a sostenere anche il sistema produttivo e le aziende startup.

Come richiedere l’identità digitale SPID

Ad oggi, con il lancio dell’iniziativa ci sono tre operatori, accreditati all’Agenzia per l’Italia digitale, che mettono a disposizione le nuove identità digitali. E’ possibile richiedere l’identità digitale SPID alla Tim, alle Poste Italiane o a Infocert. La procedura è attualmente un po’ complessa per ottenere il pin unico. Bisogna fornire i seguenti dati:

  • nome, cognome, data e luogo di nascita, il proprio documento d’identità, il numero telefono, il proprio indirizzo di posta elettronica e il proprio domicilio.
  • Se trattasi di un azienda bisogna fornire il codice fiscale o partita Iva, sede legale e ragione sociale.

Dopo aver fatto la richiesta online, bisogna esibire a documentazione e compilare un modulo oppure fare il tutto per via telematica tramite la carta d’identità elettronica o firma digitale. Chi è già in possesso di un pin utilizzato per alcuni servizi, come ad esempio il PIN dispositivo Inps o i codici PIN di accesso all’Agenzia delle Entrate, potrà chiederne la conversione in spid. Probabilmente anche alcune identità digitali già fornite dalla Pubblica Amministrazione, come ad esempio le tessere sanitarie regionali, potranno essere convertite in una identità digitale SPID.

I cittadini in possesso di Carta Nazionale dei Servizi o Carta d'identità elettronica possono acquisire la nuova identità digitale PosteID attraverso la medesima procedura di registrazione per i clienti di Poste Italiane. Spid potrà essere richiesto anche in tutta Italia negli uffici postali abilitati. Con Infocert si può ottenere l’identità digitale SPIN online tramite web, ma con il pagamento di 15 euro più Iva.

Come proteggere le app Android con l’impronta digitale
Come proteggere le app Android con l’impronta digitale
36.661 di Tecnologia Fanpage
Hey Siri non funziona? Ecco la semplice soluzione per risolvere il problema
Hey Siri non funziona? Ecco la semplice soluzione per risolvere il problema
18.780 di Tecnologia Fanpage
App Store non funziona? Ecco come risolvere il problema
App Store non funziona? Ecco come risolvere il problema
41.163 di Tecnologia Fanpage
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni