super ammortamento del 140 per cento 2017

La bozza di Legge di Stabilità 2017, in corso di approvazione, prevede l’estensione del Maxi ammortamento del 140% per tutti gli acquisti di beni materiali strumentali nuovi effettuato entro il 31 dicembre 2017. L’estensione è però limitata in quanto dal 2017 è esclusa la possibilità di effettuare maxi ammortamenti sull’acquisto di auto, anche ad uso promiscuo (ossia utilizzate ai fini dell’impresa e ai fini personali).

 Nella Legge di Stabilità 2017 c’è un articolo chiamato “Proroga e rafforzamento della disciplina di maggiorazione della deduzione di ammortamenti”, il cui testo è il seguente: “Le disposizioni di cui all’articolo 1, comma 91, della legge 22 dicembre 2015, n. 208 si applicano anche agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi, esclusi i veicoli e gli altri mezzi di trasporto di cui all’articolo 164, comma 1, lettere b) e b-bis), del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, effettuati entro il 31 dicembre 2017, ovvero entro il 30 giugno 2018 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2017 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari ad almeno il 20 per cento del costo di acquisizione”.

Pertanto il Maxi ammortamento del 140% viene prorogato per gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2017. È possibile altresì beneficiare dell’agevolazione fiscale anche sugli acquisti effettuati entro il 30 giugno 2018. La normativa pone una condizione, che entro il 31 dicembre 2017 sia stato perfezionato l’ordine e sia stato pagato il bene strumentale per almeno il 20% del suo costo di acquisto.

Dal Maxi ammortamento nel 2017 sono però esclusi i veicoli di cui all’art. 164, comma 1, lettere b) e b-bis). Quali sono? Autovetture, autocaravan e veicoli. Esclusi anche i ciclomotori e i motocicli. Per le auto ad uso promiscuo infatti il Super ammortamento è in scadenza al 31 dicembre 2016.

L’art. 1 comma 1 della Legge di Stabilità 2016, prorogato quindi nel 2017 e a cui fa riferimento la legge è il seguente: “Ai fini delle imposte sui redditi, per i soggetti titolari di reddito d’impresa e per gli esercenti arti e professioni che effettuano investimenti in beni materiali strumentali nuovi dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016 (ora prorogato al 31 dicembre 2017 e in alcuni casi fino al 30 giugno 2018), con esclusivo riferimento alla determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria, il costo di acquisizione è maggiorato del 40 per cento”.

È bene sottolineare che il maxi ammortamento riguarda colo che sono titolari di reddito d’impresa ma anche gli esercenti arti e professioni, quindi sono inclusi i lavoratori autonomi e i professionisti. Ma ripetiamo, nel 2017 sarà possibile ammortizzare al 140% gli acquisti di beni materiali strumentali nuovi, ma escludendo le automobili.

Come funziona il Maxi ammortamento del 140%. L’agevolazione fiscale consente al contribuente di beneficiare della possibilità di ammortizzare il costo fiscale del bene maggiorandolo del 40%. Ciò consente un maggior risparmio in termini di Irpef, Ires. Si pensi all’acquisto di un personal computer di 1.000 euro, l’agevolazione consente di attribuire al bene un costo di 1.400 euro da inserire nel bilancio, operando il relativo ammortamento su 1.400 euro e non su 1.000 euro.

L’acquisto del bene strumentale può essere effettuato in proprietà o leasing, escluso invece la locazione operativa o noleggio.

Quali sono i beni materiali strumentali nuovi. Il bene dovrà avere i tre requisiti della materialità, strumentalità e novità. In sostanza deve trattarsi di un bene nuovo (escluso quindi maxi ammortamento per beni usati), quindi mai usato, e deve riguardare beni materiali. Esclusi quindi i beni immateriali, i beni destinati alla vendita e i materiali di consumo.

Sono compresi nell’agevolazione fiscale anche i beni di costo unitario non superiore a 516,46 euro che possono essere dedotti integralmente nell’anno in cui sono stati acquistati. Sono esclusi i fabbricati e le costruzioni.

Maxi ammortamento del 250% Industria 4.0. Al comma 2 dell’art.3 della bozza della legge di stabilità 2017 è contenuta una speciale disciplina di ammortamento riservata agli investimenti in beni acquisiti per mettere in atto una per trasformazione tecnologica e/o digitale delle attività, la meglio detta “Industria 4.0”. Tale disciplina, prevede un super ammortamento del 250%, aumentando cioè il costo di acquisizione del bene del 150%.

Maxi ammortamento del 140% su beni immateriali. Sempre all’art.3 comma 3 della legge di stabilità 2017, si dà ai soggetti di cui al comma 2, la possibilità di beneficiare di maxi ammortamento al 140% per beni immateriali ricompresi nell’elenco allegato al disegno di legge, sempre nell’ottico di avviare una trasformazione tecnologica e/o digitale delle attività e dei processi.

Per maggiori informazioni in merito al maxi ammortamento del 250% industria 4.0 e al maxi ammortamento del 140% per beni immateriali si fa rimando a quanto detto nel Maxi ammortamento del 250% “Industria 4.0” nella legge di Stabilità 2017.