31 Maggio 2021
13:25

Modelli e quadri aggiuntivi nel 730: quando è necessario compilarli

Se lo spazio disponibile (spazio, caselle, quadri, righi) nel modello 730/2021, sia ordinario che precompilato, non è sufficiente per i dati che è necessario inserire, il contribuente può utilizzare modelli e quadri aggiuntivi del 730 numerandoli progressivamente nella casella “Mod. n.” in alto ed indicando Il numero complessivo dei modelli compilati per ciascun contribuente nella casella posta nel riquadro “Firma dichiarazione” della prima facciata del Modello base compilato. Vediamo tra detrazioni per risparmio energetico o ristrutturazione, righi da E8 a E10, quali sono i casi più frequenti.
A cura di Antonio Barbato

Può capitare che il contribuente nella presentazione della dichiarazione dei redditi sia costretto a compilare modelli e quadri aggiuntivi nel 730.

Si tratta di tutti quei casi in cui nella pagina predisposta del modello, i righi, le caselle o i quadri non bastano ed occorre compilarle delle altre. Quindi occorrono spazi aggiuntivi nei quali dichiarare.

Il modello 730/2021, sia ordinario che precompilato, può essere compilato con modelli e quadri aggiuntivi rispetto al primo. E’ possibile, cioè, aggiungere un nuovo modello, una nuova pagina dello stesso quadro o modello del 730 già compilato.

La soluzione è piuttosto semplice: in ogni pagina del modello 730 nella parte alta c’è una dicitura “Mod. N.” che sta ad indicare di quella pagina il numero di pagine compilate. Nella sostanza, normalmente, in quel riquadro il contribuente deve indicare “1” nella casella “Mod. n. ”.

Ma se della stessa pagina ha bisogno di compilare un modello o quadro aggiuntivo, dovrà aggiungere tale pagina ed indicare “2” nella casella “Mod. n.”. E poi, occorre effettuare un ulteriore adempimento: non bisogna dimenticare di indicare il numero di modelli compilati nella sezione firma della dichiarazione a pagina 1 del modello 730.

Le istruzioni del modello 730/2021 disciplinano la compilazione dei “Modelli aggiuntivi”:

Se lo spazio disponibile nel modello non è sufficiente per i dati che è necessario inserire, occorrerà riempire altri moduli, numerandoli progressivamente nell’apposita casella posta in alto a destra indicando sempre il codice fiscale nell’apposito spazio.

Il numero complessivo dei modelli compilati per ciascun contribuente va riportato nella casella posta nel riquadro “Firma dichiarazione” della prima facciata del Modello base compilato.

Ad esempio, se nel quadro E (Sez. III) devono essere indicati i dati relativi a più di tre interventi di recupero del patrimonio edilizio, può essere utilizzato un ulteriore modulo del quadro E, riportando in alto a destra il codice fiscale e il numero “2” nella casella “Mod. N.”.

Infine, nella casella “N. modelli compilati” va riportato il numero “2”, per evidenziare che oltre al Modello base è stato compilato anche il secondo modulo del quadro”.

La necessita di compilare modelli e quadri aggiuntivi può capitare anche, ad esempio guardando a pagina 1 del modello 730, nel caso di compilazione di più di quattro figli nel riquadro dei familiari a carico. Oppure se nel quadro A – Redditi dei terreni vanno indicati più di sei redditi.

Un altro frequente motivo di compilazione di modelli e quadri aggiuntivi nel 730 è quando il contribuente ha necessità di indicare più di tre redditi di lavoro dipendente e assimilati, quindi più di tre CU, nel quadro C – Redditi di lavoro dipendente.

Così come è necessario far ricorso a modelli e quadri aggiuntivi se il contribuente ha effettuato più di due interventi che danno diritto alle spese per interventi di risparmio energetico e super bonus da indicare nella sezione IV del quadro E – Oneri e Spese del modello 730.

Un altro caso ricorrente è quando il contribuente deve indicare nei righi da E8 a E10, che raccolgono le “altre spese” per le quali spetta la detrazione del 19% della spesa, più di tre codici e spese detraibili.

Nelle istruzioni del modello 730 precompilato viene indicato “Per indicare più di tre codici, occorre compilare un ulteriore modulo, secondo le istruzioni fornite nel paragrafo "Modelli aggiuntivi", parte II, capitolo 7”. Si tratta appunto delle regole di compilazione sopra descritte.

Nei righi da E8 ad E10 vanno indicati con i vari codici, tra gli altri:

  • le spese di istruzione, le spese universitarie, le erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, le spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede;
  • le spese funebri, le spese per per assistenza personale, i premi per assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni;
  • le spese per le attività sportive dei ragazzi;
  • i premi per assicurazioni per tutela delle persone con disabilità grave;
  • le spese per intermediazioni immobiliare;
  • i premi per assicurazioni per rischio di non autosufficienza;
  • le spese sostenute per l'acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale;
  • erogazioni liberali alle società ed associazioni sportive dilettantistiche;
  • premi per assicurazioni aventi per il rischio di eventi calamitosi;
  • le spese per minori o maggiorenni con DSA;
  • erogazioni liberali per attività culturali e artistiche;
  • erogazioni liberali a favore delle ONLUS;
  • erogazioni liberali a favore di enti operanti nello spettacolo;
  • spese veterinarie;
  • spese per canoni di leasing di immobili da adibire ad abitazione principale.

 Laddove il contribuente abbia interesse ad indicare più di tre tipologie diverse di spese appena elencate, tutte dotate di apposito codice da indicare nel rigo da E8 ad E10, occorre compilare dei modelli aggiuntivi del 730.

In generale in tutti quei casi in cui i righi o i quadri del modello 730 non sono sufficienti ad indicare i dati che vanno dichiarati, occorre far ricorso a modelli e quadri aggiuntivi del 730 effettuando la corretta compilazione della casella “Mod. n.” e della casella “N. modelli compilati” nel riquadro “Firma dichiarazione” della prima facciata (pagina 1) del modello 730.

730 congiunto 2021: vantaggi, chi può farlo e quando conviene ai coniugi
730 congiunto 2021: vantaggi, chi può farlo e quando conviene ai coniugi
Spese di istruzione e universitarie detraibili nel 730/2021
Spese di istruzione e universitarie detraibili nel 730/2021
Bonus vacanze nel 730/2021: detrazione del 20% (rigo E83)
Bonus vacanze nel 730/2021: detrazione del 20% (rigo E83)
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni